/ Politica

Politica | 29 dicembre 2011, 15:30

Sanremo: il rimpasto è servito, il Sindaco Zoccarato rimescola le carte

Sanremo: il rimpasto è servito, il Sindaco Zoccarato rimescola le carte

A pochi giorni dal nuovo anno il Sindaco di Sanremo, Maurizio Zoccarato, vara il rimpasto e riassegna le deleghe degli Assessori. Le novità più importanti riguardano proprio il primo cittadino stesso che rimette le sue cariche di Sviluppo economico (commercio, artigianato, industria, industria alberghiera, innovazione tecnologica, sportello unico), Turismo, Grandi eventi, Cultura (promozione della città e del territorio, promozione congressuale e fieristica, sistemi informativi, beni culturali, attività ricreative e culturali),  Personale, conservando però un ruolo di coordinatore generale e tenendosi  ‘solo’ la Sicurezza ed i rapporti con la Rai.

Zoccarato ha così motivato la scelta di questa operazione di ridistribuzione dei ruoli all’interno della macchina comunale: “All’inizio ho fatto degli errori nel frammentare troppo le deleghe. Adesso abbiamo fatto un po’ di ordine. Io, ad esempio, avevo troppe deleghe. Svolgerò un ruolo di coordinatore. Ho rinforzato gli assessorati avendo una visione ben chiara. Ho fatto questo rimpasto, seguendo le indicazioni anche dei consiglieri comunali (che ascolto molto)”. Sul numero della giunta che rimane a sette ha chiosato: “Si rimane in sette, perche 10 assessori per il comune di Sanremo sono troppi, alla base c’è anche un discorso di risparmio economico”. Il leit motiv del nuovo corso a Sanremo, nelle intenzioni del primo cittadino, dovrà essere il miglioramento della qualità della vita e delle strutture.

Incarichi potenziati per l’Assessore Antonio Fera, che assume anche, la funzione di una sorta di supervisore,  già titolare dell’Assessorato alla qualità della vita, ambiente, ecologia: igiene urbana, manutenzione fabbricati, tutela degli animali, arredo urbano, avrà l’Assessorato all’Ambiente e Ecologia, Manutenzione Fabbricati, e il Controllo Qualità dei Lavori.

Anche l’Assessore Umberto Bellini, che in precedenza conservava l’Assessorato ai lavori pubblici (lavori pubblici, riassetto idrogeologico e difesa del suolo, protezione civile), nei programmi di Zoccarato ne esce potenziato con il mantenimento dei Lavori Pubblici, in collaborazione però con il Sindaco, Difesa del Territorio e Protezione civile, a cui si vanno ad aggiungere il riassetto idrogeologico e difesa del suolo, Demanio fluviale, Frazioni, Tutela degli animali (che eredita da Fera) e il Parco San Romolo e Monte Bignone.

Cambiamenti nelle deleghe tra gli Assessori Franco Solerio che aveva l’Assessorato al patrimonio, rapporti società partecipate, contenzioso e affari legali: recupero centri storici, grandi opere e infrastrutture sportive, con il nuovo rimpasto si occuperà dell’Assessorato alla Sicurezza Sociale, Patrimonio, Affari Legali e Centri Storici, dei Servizi Sociali (che erano di Berrino), di Pigna Mare e del Personale in collaborazione con il Sindaco.

Gianni Berrino, invece, che aveva l’Assessorato ai servizi sociali: servizi scolastici (trasporti, mense), politiche giovanili, verde pubblico, boschi e parco naturale S.Romolo-Monte Bignone (andate come detto a Bellini), l’Assessorato alle frazioni, viabilità, e servizi demografici, sport, cimiteri e recupero cimitero monumentale, con la nuova mappatura avrà: l’Assessorato alla Polizia Municipale, Servizi Demografici, Società Partecipate e Floricoltura (assessorato di concerto con la Lega), per le seguenti materie, oltre a quelle sopracitate: Viabilità, Sport e gestione impianti sportivi, Anagrafe e Cimiteri, rapporto con Istituto Diritto umanitario e Ato Idrico.

La Vicesindaco Claudia Lolli avrà l’Assessorato allo Sviluppo Economico, Politiche giovanili, e Pari Opportunità per le seguenti materie: Rapporti con Associazioni di Categoria e Civ, Cultura, Biblioteche e Musei, Università e Rapporti con Fondazioni.

A Diego Maggio vengono confermate le deleghe dell’Assessorato alla Programmazione Economico-Finanziaria. Confermati anche ad Alessandro Dolzan l’Assessorato all’Urbanistica e al Demanio Marittimo.

Tra i dirigenti spicca l’assegnazione dell’Urbanistica all’Ingegner Trucchi, che nelle parole del Sindaco sarà “chiamato a portare a termine il Piano Regolatore che a Sanremo manca da 30 anni” ed ha avuto per lui parole al miele: “E’ persona stimata, di indiscussa moralità e fermezza, integerrima, preparatissima, con esperienza che conosce la macchina comunale, essendo già stato all’urbanistica, e sono convinto che porterà a termine il Piano”. L’ing. Burlando sarà il dirigente ai lavori pubblici e dovrebbe essere in seguito affiancato da uno o due vice-dirigenti, “chiamati a portare novità e miglioramenti significativi”. 

Renato Agalliu

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium