Elezioni comune di Diano Marina

 / Sport

Sport | 13 settembre 2010, 11:08

Chiusavecchia: grande successo per il weekend dedicato al 'pallonetto'

Un lanciatore della squadra in ribattuta lancia la palla sopra un limite prefissato di un muro e questa deve obbligatoriamente ricadere entro un rettangolo tracciato sul terreno.

Chiusavecchia: grande successo per il weekend dedicato al 'pallonetto'

Nell'ultimo weekend Chiusavecchia ha esaltato lo sport e la tradizione nella festa della Natività della Vergine celebrata nel Santuario della Madonna dell'Oliveto. Si è svolto infatti il torneo di pallonetto nella strada principale dell'abitato, Via Vecchia Piemonte. Il gioco è molto particolare, perché la battuta avviene in modo complesso: un lanciatore della squadra in ribattuta lancia la palla sopra un limite prefissato di un muro e questa deve obbligatoriamente ricadere entro un rettangolo tracciato sul terreno.

Se questo non succede, è fallo. Il lancio è un fattore di grande abilità.  In una frazione di secondo il battitore, così come gli arriva la palla, deve colpirla e scagliarla dove riesce. La palla è quella da tennis, non spellata, dunque più pesante, capace di fare meno strada e anche più dolorosa sulla mano. In tali situazioni è ovvio che chi ha più giocato su questo terreno, chi è anche più esperto, ma anche chi è più dotato di capacità tecniche può riuscire a prevalere. Al via si sono presentate nove formazioni, un numero inferiore rispetto agli ultimi tornei, ma è necessario ricordare la concomitanza del meeting giovanile di pallapugno, che ha tolto qualche giovane protagonista. La difficoltà del gioco si è subito palesata, con eliminazioni eccellenti nel turno a gironi, come quella della squadra di Claudio Semeria, vincintrice a Bestagno o quella di Sant'Agata con Luca Mela.

Nella seconda giornata gli incontri sono stati quasi tutti di elevato livello tecnico. Si sono apprezzati giochi di potenza come quello di Piero Merano, di Paolo Dulbecco, di Giovanni Ranoisio, rispetto ad altri molto eleganti come quelli di Corrado Agnese, di Alessandro Massa, oltre alla vigoria giovanile del terzetto composto da Mattia Semeria e dei fratelli Somà. I risultati infine: la squadra “di casa”, composta di giocatori molto esperti, cioé Corrado Agnese, Giovanni Ramella e Mauro De Negri ha vinto la finale per 5 giochi a 2 contro la giovane squadre di Semeria appena nominata. Per il terzo e quarto posto se la vedono Piero Merano con Luca Arrigo e Pier Massa contro Paolo Dulbecco, Enrico Michelis (che sostituiva il Presidente del Consiglio Provinciale Alessandro Piana impiegato nel giorno precedente) e Paolo Gheza. Merano, altro alfiere di Chiusavecchia, vince per 3 giochi ad uno. Quinti si piazzano Giovanni Ranoisio, Alessandro Massa ed Alessandro Giacobbe, anche piuttosto sfortunati, e sesti i giovanissimi Odasso Ventimiglia ed Ardissone, terna di Pontedassio.

Ricchi premi per tutti alla fine ed arriderci all'anno prossimo. Validissima l'organizzazione locale, che si è giovata di un momento conviviale sabato sera nella taverna di Corrado Agnese, ottimo anfitrione, ove hanno partecipato quasi tutti i bei nomi del mondo sferistico provinciale, discorrendo del presente e del futuro della specialità.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium