/ ATTUALITÀ

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

Parrot Bebop 2 con skycontroller, visore, 16 eliche di ricambio, un telaio nuovo due batterie di cui una maggiorata...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | martedì 18 luglio 2017, 18:31

Sanremo: ‘caso Tre Ponti’, a settembre nuovo incontro tra Comune e gestori delle spiagge. Svincolo e senso unico potrebbero rimanere sul libro dei sogni

Il progetto costerebbe più di 1,5 milioni ed è impossibile studiare un project financing con i privati. Intanto nei fine settimana e nei giorni di punta proseguiranno i controlli per fare in modo che la strada dei Tre Ponti sia sempre percorribile in entrambi i sensi di marcia senza intoppi.

La "bretella" dei Tre Ponti

Il ‘nodo’ dei Tre Ponti non sarà facile da sciogliere. Mentre in questi giorni si sta definendo l’istituzione della sosta a pagamento, si pensa già al futuro della strada che porta alle spiagge più affollate di Sanremo. Al centro c’è sempre la questione sicurezza. Con il doppio senso di marcia e il solito parcheggio selvaggio l’accesso dei mezzi di soccorso è a dir poco difficoltoso. E non sembra facile trovare una soluzione.

I gestori delle spiagge e i frequentatori dei Tre Ponti hanno le idee chiare: la soluzione potrebbe essere il senso unico e lo svincolo sull’Aurelia all’altezza della ‘bretella’ in fondo alla strada. Un’ipotesi che, però, sembra destinata a rimanere sul libro dei sogni. Ce’è infatti un problema di risorse. I primi progetti per la rotonda e lo svincolo sull’Aurelia hanno evidenziato un costo possibile di circa 1,5 milioni di euro. Una cifra insostenibile e, soprattutto, difficilmente stanziabile per un progetto del genere e così ‘localizzato’.

L’ipotesi più plausibile potrebbe essere quella del project financing, la collaborazione tra pubblico e privato che sta consentendo la realizzazione di molti onerosi progetti in città. Ma, in questo caso, è un’ipotesi che andrà scartata. Gli unici privati che potrebbero cofinanziare il progetto dello svincolo sono gli stessi gestori delle spiagge che però, avendo concessioni di soli 5 anni, non potrebbero avere modo di rientrare dell’investimento. Il Comune, dal canto proprio, non può avere voce in capitolo nel prolungare le concessioni.

I gestori delle spiagge hanno detto che avrebbero preparato una proposta, ci troveremo a un tavolo a settembre e valuteremo le ipotesi – ha dichiarato ai nostri microfoni l’Assessore e Vice Sindaco Leandro Faraldi – non abbiamo chiuso la porta, non sono contento quando andiamo a fare le multe perché la mia priorità è la sicurezza. Vorrei poter rimuovere le auto che intralciano. La sosta a pagamento è un indirizzo di giunta e la procedura sta andando avanti”.

Intanto nei fine settimana e nei giorni di punta proseguiranno i controlli per fare in modo che la strada dei Tre Ponti sia sempre percorribile in entrambi i sensi di marcia senza intoppi. La sicurezza deve essere una priorità. A settembre, poi, si valuterà il futuro della strada.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore