/ INFERMIERE E SALUTE

INFERMIERE E SALUTE | 21 giugno 2011, 06:00

Conosciamo meglio l'endocardite infettiva

Conosciamo meglio l'endocardite infettiva

L'endocardite infettiva è un'infezione che colpisce una parte dell'endocardio. L'endocardio è il tessuto che riveste la parte interna del cuore. L'infezione di solito interessa una o più valvole cardiache che fanno parte del dell'endocardio. Si tratta di una infezione importante che va trattata che urgenza in una cardiologia.

Come si instaura l'endocardite infettiva  e come progredisce?

La maggior parte dei casi sono causati da un'infezione da batteri. Un piccolo numero di casi deriva da un'infezione da funghi.

Per sviluppare questa infezione è necessario essere l’oggetto di interesse di alcuni batteri e/o funghi nel sangue, che normalmente non ne contiene. Tuttavia, alcuni possono entrare nel sangue se si ha una infezione .

Le persone che si iniettano droghe possono anche iniettarsi batteri o funghi nel loro sangue, utilizzando aghi sporchi o contaminati.

La maggior parte dei batteri che entrano nel flusso sanguigno vengono uccisi dal sistema immunitario. Tuttavia,  alcuni di essi sopravvivono e si depositano su una valvola cardiaca (soprattutto se la valvola è già danneggiata in qualche modo), oppure a un'altra sezione  dell'endocardio. Una volta che un piccolo focolaio di infezione si sviluppa in tale sede è difficile per il sistema immunitario selezionarla in maniera completa.

Nel tempo, piccoli “ciuffi” di vegetazione batteriche possono svilupparsi su valvole infette. Le vegetazioni contengono oltre che batteri, funghi, piccoli coaguli di sangue, e altri 'detriti' dal contagio. La vegetazione può impedire alle valvole affette di aprirsi e chiudersi correttamente. L'infezione può anche danneggiare le valvole interessate, e può diffondersi ad altre zone della dell'endocardio o del tessuto cardiaco. Frammenti di vegetazione possono anche staccarsi e viaggiare nel flusso sanguigno verso altre parti del corpo.

Chi è colpito dall'endocardite infettiva?


L'endocardite è poco frequente.  Essa può verificarsi in chiunque, ma il rischio di svilupparla è aumentata nelle persone che hanno:
- Problemi cardiaci o una valvola cardiaca artificiale: valvole cardiache che sono già danneggiate o anormali hanno maggiori probabilità di essere infettate.
- Avuto un intervento chirurgico ad una valvola cardiaca.
- Alcuni difetti cardiaci congeniti.
- Una condizione del cuore chiamata cardiomiopatia ipertrofica.
- avuto un precedente episodio di endocardite infettiva.
- tossicodipendenza per via parenterale come l'eroina con aghi sporchi o contaminati.
- Un sistema immunitario indebolito. Ad esempio, malati di AIDS.

Quali sono i sintomi e segni di endocardite infettiva?

In molti casi l'infezione si sviluppa molto lentamente. Questo è talvolta chiamata 'endocardite batterica sub-acuta' o 'SBE'. I sintomi possono svilupparsi gradualmente, nel corso di settimane o mesi, e può avere sintomatologia  vaga in un primo momento. Si ha un malessere generale con dolori generalizzati, stanchezza, inappetenza. Una febbre relativamente alta si può sviluppare in alcune fasi della maggior parte dei casi. Poiché questi primi sintomi possono essere causati da un sacco di altre condizioni, questo potrebbe portare distanti dalla diagnosi di endocardite.

Quali sono le possibili complicanze?


Le complicazioni di solito si sviluppano se l'infezione non viene curata, o se il trattamento viene ritardato.

L'infezione può danneggiare valvole cardiache. Questo può portare a gravi problemi come l'insufficienza cardiaca.  In alcuni casi,  l'infezione si diffonde e può danneggiare altre parti del cuore. Ad esempio, l'infezione può diffondersi a pregiudicare il funzionamento elettrico cardiaco

Complicazioni in altre parti del corpo
Piccole parti potrebbero staccarsi dalla vegetazioni sulle valvole cardiache infette. Queste farsi trasportare nel flusso sanguigno in altre parti del corpo. Ciò può causare diversi sintomi. Per esempio:

La milza può ingrandirsi in quanto è il principale organo che combatte le infezioni del sangue.
Se una quota maggiore di vegetazione irrompe allora può bloccare il flusso di sangue in una arteria principale. Per esempio, se  rimane incastrata in un'arteria nel cervello può causare un ictus o la perdita  improvvisa della vista monolateralmente.

 

E la diagnosi?

Necessario il ricovero in ospedale. Oltre ad esami del sangue un'ecografia del cuore chiamato ecocardiografia è il test più utile per confermare l'endocardite infettiva. 

Qual è il trattamento per l'endocardite infettiva?


Farmaci
L’antibioticoterapia mirata per il tipo di batterio è una valida risposta.

Se la causa dell'infezione è risultata essere un fungo  si opterà per i farmaci antifungini
Ovviamente oltre a tutti i farmaci per supportare le funzioni vitali, per la febbre o il dolore se presente.

Chirurgia
Il trattamento antibiotico è tutto ciò che è necessario nella maggior parte dei casi. Tuttavia, l'operazione può rendersi indispensabile  in circa 1 caso su 4 in cui l'infezione è più grave. 

 

 Interventi che possono essere effettuati includono:
- Sostituzione di una valvola danneggiata con una valvola artificiale.
- riparazione della valvola se il danno è meno grave e la riparazione è possibile.
- Drenaggio di ascessi  che possono svilupparsi nel muscolo cardiaco o in altre parti del corpo.

Prognosi
Le prospettive sono buone se l'infezione viene diagnosticata e trattata precocemente. Molte persone sono curate con un ciclo di antibiotici. Tuttavia, in alcuni casi l'infezione è abbastanza avanzata prima che la diagnosi sia fatta e il trattamento sia iniziato. Di conseguenza,possono verificarsi gravi danni al cuore. Alcune persone muoiono per le complicazioni.
L’ Endocardite infettiva può essere prevenuta?

Salute dentale

Una buona igiene orale e dentale è  importante. In particolare, se si ha una qualsiasi condizione che aumenta il rischio di sviluppare endocardite infettiva , non bisogna  lasciare che i problemi dentali come un ascesso  o malattie gengivali rimangano non trattate. Queste condizioni dentali aumentano le possibilità di contrarre batteri nel sangue.

 

info@sanremonews.it

 

O su facebook:

quelli che leggono salute e benessere su sanremonews

Roberto Pioppo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium