/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 16 gennaio 2016, 17:00

Ventimiglia: Zfu, Scullino interviene sulla polemica con il PD ma riconosce l’impegno dell’Amministrazione Ioculano

Scullino: "Menzogne e assurdità prive di fondamento quelle invece all’epoca della Civitas che venne definita il mostro a tre teste da 5 milioni di debiti"

Nei giorni scorsi il PD ventimigliese ha fatto affermazioni sul viaggio a Roma compiuto dell’Amministrazione Scullino per la firma sull’operazione zona franca urbana definendolo ‘una bella gita a spese del contribuente’. Considerazioni subito ritrattate con le scuse dopo gli interventi di diversi schieramenti politici di oggi e di allora.

Sulla polemica interviene oggi anche l’ex Sindaco Gaetano Scullino: “Apprezzabile la rettifica del PD, anche se si tratta della seconda ‘retromarcia’ in poco tempo. La prima si è avuta quando hanno accusato la regione Liguria di menefreghismo relativamente al progetto della ciclopedonale, eppure, come si è letto dai giornali è emerso l’ottimo rapporto tra la giunta Ioculano e la regione di Toti. Per fortuna anche in questa occasione arriva il passo indietro dopo che falsamente era stato dichiarato che a Roma siamo andati per fare banchetti quando in realtà abbiamo dato impulso ad un’operazione così importante come la zona franca di Ventimiglia, per altro un viaggio finanziato di tasca nostra”.

Menzogne e assurdità prive di fondamento e ben più gravi – continua senza mezzi termini Scullino – quelle all’epoca della Civitas che venne definita il mostro a tre teste da 5 milioni di debiti, cifra che sarebbe ricaduta sulle tasche dei ventimigliesi e sulle generazioni a venire. Dove sono invece le scuse per quelle inammissibili bugie e falsità? E’ stato utile col senno di poi svendere l’immobile ex enaip? Dopo che Ragioneria dello Stato, Corte dei Conti e Commissione Tributaria hanno dimostrato la regolarità della società partecipata in tutti i suoi aspetti e l’inesistenza dei debiti”.

Le difficoltà di questi anni per l’obiettivo Zfu hanno origine secondo l’ex Sindaco proprio da quel caso che portò il 26 febbraio del 2012 allo scioglimento del Comune per presunte infiltrazioni mafiose. Con l’arrivo dei Commissari tutto si è fermato. Dai 14 cantieri del centro storico, per i quali erano già arrivate le offerte al ponte ciclopedonale del Nervia perché non considerata una priorità. Bloccate anche tutte le richieste di variante del porto e la pratica dell’Ikea. “E gravissimo – aggiunge Scullino - abbandonato il progetto della Zona Franca Urbana di Ventimiglia quando invece tutte quelle del centro-sud Italia erano partite regolarmente, una pratica che era stata preparata in modo encomiabile dal dott. Marco Prestileo e predisposta dal Presidente della Confcommercio Enrico Lupi. Ventimiglia, grazie poi al lavoro dell’allora Ministro Claudio Scajola era entrata nel progetto come unica città del nord Italia”.

Adesso grazie soprattutto al Presidente delle Donne Imprenditrici Gigliola Coppo – conclude Gaetano Scullino - l’Amministrazione attuale con impegno ha ripreso in mano la pratica che sembra approdare finalmente ad un risultato. Auguro buon lavoro al Sindaco Ioculano e ai suoi giovani amministratori raccomandandogli di portare a termine questa grande opportunità imprenditoriale e lavorativa che porterà benefici concreti a tutta la città”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore