/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 18 marzo 2016, 18:41

Ventimiglia: Silvia Malivindi dopo il consiglio di ieri "Sono soddisfatta della riunione di ieri sera"

"A Ventimiglia è pieno di gente onesta che non meritava di subire quanto accaduto, e bisogna pensare a queste persone, non confondendo qualche mela marcia con tutta la popolazione ventimigliese".

"Sono soddisfatta del Consiglio Comunale di ieri sera avente ad oggetto la Sentenza del Consiglio di Stato che ha stabilito l'illegittimità dello scioglimento del consiglio. In attesa dello streaming 'ufficiale' del Comune, che tarda ad arrivare, questo è già un enorme passo in avanti in termini di partecipazione alla vita politica, che poi è alla base del voto consapevole e quindi della lotta alla cattiva amministrazione".

Interviene in questo modo Silvia Malivindi, consigliere comunale di opposizione dopo l'assise di ieri. "Ecco - prosegue - parlando di voto consapevole, emerge chiaramente perché il Consiglio Comunale di ieri sera è stato importante. Discutere e confrontarsi democraticamente in un Consiglio comunale è l'unico modo per far sì che i cittadini si possano fare un'idea di come la pensano e come agiscono i portavoce eletti e di come funziona la macchina amministrativa. Non mi preoccupo del fatto che la  mozione presentata dal cons. Ballestra e poi modificata insieme alla maggioranza non sia stata approvata  dalla stessa maggioranza: sono convinta infatti che aldilà dell'approvazione di quel documento, che conteneva termini che hanno provocato il 'battibecco' tra maggioranza e parte dell'opposizione, direi che è emersa la volontà di tutto il consiglio comunale di adottare le misure che la stessa mozione chiedeva ovvero: dopo il passaggio in giudicato della sentenza, fare una campagna informativa 'positiva' che sia eguale a quella che venne fatta all'epoca dello scioglimento; valutare la possibilità di chiedere risarcimenti se e come dovuti; verificare se sussista o meno l'obbligo di sottostare al regime restrittivo che grava sui comuni recentemente commissariati (documenti necessari per ogni acquisto, obbligo di presentazione al Prefetto del piano delle opere prioritarie). Questi punti sono importanti per il bene comune e fondamentali per le prospettive di questa città, pertanto in qualità di capogruppo del M5S ho votato favorevolmente la mozione".

"Termino ribadendo quanto espresso ieri sera - conclude la Malivindi - a Ventimiglia è pieno di gente onesta che non meritava di subire quanto accaduto, e bisogna pensare a queste persone, non confondendo qualche mela marcia con tutta la popolazione ventimigliese. Questo messaggio deve passare ben chiaro. Le condanne ci sono state, anche molto gravi, e devono farci riflettere e farci aprire gli occhi per il presente e per il futuro, ma a Ventimiglia è pieno di persone,  imprenditori, professionisti, commercianti, lavoratori, comuni cittadini onesti che non hanno mai avuto niente a che fare con la mafia. Quindi, senza negazionismo, senza ipocrisia ma con rispetto per la nostra comunità, dobbiamo ricordare che se non ci apprezziamo e non ci rispettiamo noi, chi volete che lo faccia al posto nostro?"

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore