/ POLITICA

Affari & Annunci

chef di cucina 58 enne buo carattere referenziatissimo offersi x ristorante hotel specialità` carne pesce pizze dolci tra san lorenzo e sanremo

casa 45 metri a poggio di sanremo. secondo e ultimo piano in ordine ammobiliata. portoncino blindato serramenti alluminio e cassetta di sicurezza in muratura. Vendo con urgenza...

Monaco 2 e 10 euro 2011, serie Bu 2009 Euroserie e non FDC o Proof originali vendesi; banconote estere n. 100 differenti vendesi euro 60+ spese.

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 20 febbraio 2016, 13:17

Ventimiglia, presidio antifascista: il commento di Marco Ravera, Segretario Regionale Rifondazione Comunista

"Lottare contro il fascismo - commenta Ravera - è dovere di ogni democratico e dei comunisti in particolare. Oggi come allora, non un passo indietro."

Marco Ravera

"A 71 anni dalla vittoria contro il nazifascismo, vediamo tornare i suoi fantasmi in Italia e in Europa. Di fronte alla crescita dell'estrema destra, oggi sempre più impegnata sul fronte anti-immigrati ad alimentare paura e razzismo, di fronte alle intimidazioni subite da compagni e antifascisti, di fronte alla presenza nella nostra regione di un esponente dell'estrema destra italiana, di fronte al possibile raduno dei movimenti neo fascisti europei a Genova aderiamo e lanciamo anche in Liguria la campagna per la "Messa fuori legge di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste" promossa dal Comitato Lombardo Antifascista." Questa la prima considerazione del Segretario Regionale di Rifondazione Comunista Marco Ravera, in merito al presidio antifascista previsto per oggi a Ventimiglia.

"La raccolta firme, indirizzata alle massime autorità istituzionali, dal Presidente della Repubblica ai presidenti di Camera e Senato, chiede l'immediato scioglimento di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste che traggono ispirazione dal passato ventennio mussoliniano come dal nazismo. La petizione, inoltre, richiede da subito il divieto alle organizzazioni di poter accedere a spazi pubblici, all'aperto o al chiuso, per manifestazioni, convegni, concerti, raccolta firme o altre attività a fini propagandistici.
Lottare contro il fascismo - conclude Ravera - è dovere di ogni democratico e dei comunisti in particolare. Oggi come allora, non un passo indietro."

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore