/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | giovedì 17 marzo 2016, 23:16

Ventimiglia: l’intervento dei consiglieri Ventura e Iachino nel Consiglio Comunale straordinario post sentenza

Ventura: "Il primo cittadino non si è mostrato avere un minimo di buon senso".

Senza rammarico posso dire che quando ho letto l’esito ho gioito – ha esordito il consigliere Daniele Ventura - un po’ anche per me stesso perché è stata una sorta di vittoria per aver subito ingiustamente un etichetta poco gradita. Anche se in realtà già allora io mi sentivo moralmente integro. Ho fatto anche una riflessione: Nei giorni scorsi ho riletto alcune parti della relazione stilata dalla Commissione d’Accesso, ho percepito che dietro lo scioglimento ci fosse una regia ben precisa tutta volta a scapito di una schieramento politico”.

Poi si è rivolto al Sindaco: “Il primo cittadino non si è mostrato avere un minimo di buon senso con un silenzio assurdo e non capisco quale fine machiavellico ci sia dietro. Ha dato invece facoltà di vomitare accuse a persone, dando spazio in una biblioteca pubblica, ad una associazione che non voglio nemmeno nominare. Vorrei ricordare che il malaffare non ha colore politico. La biasimo anche per il comportamento nei confronti di dipendenti comunali non prendendo le loro difese quando sono stati accusati. O meglio alcuni sì e altri no, non ha tutelato con equità i suoi dipendenti che poi sono i suoi cittadini. Nessun sindaco avrebbe fatto peggio di lei”. 

In seguito è intervenuto il consigliere Carlo Iachino che ha colto l’occasione per evidenziare le problematiche emergenti della città: “Sul piano politico man mano che vengono pubblicati i commenti sulla sentenza di scioglimento si appalesa sempre di più la rottura del centro destra a partire dagli accusi relativi allo scioglimento che sono stati additati dall’ex ministro Claudio Scajola nei confronti della Viale e di Maroni. Un conflitto che il centro sinistra non ha esitato a sfruttare facendosi portavoce di una questione morale. Emerge una politica di mera contesa per il potere ma più Ventimiglia si tiene lontano dalle ‘beghe romane’ e più ne avrà da guadagnare”.

Tra i tanti problemi che vive la città – ha concluso l’intervento Iachino - la vicenda profughi che da transitoria sembra sia diventata permanente. Sarebbe poi stata auspicabile una presa di posizione da parte dell’Amministrazione sulla svendita dei beni Civitas che trattavasi di mostro solo a fini di propaganda politica. Insomma nell’interesse della città la invitiamo signor Sindaco a dare ascolto all’opposizione al contrario di quanto fatto finora”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore