/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 26 febbraio 2016, 20:22

Ventimiglia: il Consiglio di Stato dichiara illegittimo lo scioglimento del Consiglio, il pensiero di Altrernativa Intemelia

“Concludiamo questo intervento – termina Alternativa Intemelia - augurandoci che, dopo questa sentenza, non cali di nuovo un velo di disinteresse dei cittadini sulla presenza della criminalità organizzata in Riviera e sui suoi tentativi di stringere relazioni con il potere politico".

“Sarebbe inutile negare o minimizzare quanto la decisione del Consiglio di Stato di dichiarare illegittimo lo scioglimento del Consiglio comunale di Ventimiglia sia stata sorprendente ed inattesa per chi, come noi, ha insistito anche recentemente sulla correttezza di tale decisione, basandoci più recente giurisprudenza in materia che su mere considerazioni ‘politiche’. Tuttavia siamo ancora convinti delle nostre ragioni e, anzi, temiamo che quanto stabilito dal Consiglio di Stato possa in futuro depotenziare uno strumento importante ed in certi casi ‘salvifico’ come quello dello scioglimento di un Comune per presunte infiltrazioni mafiose”.

Lo scrive Alternativa Intemelia in una nota, nella quale prosegue: “Come viene infatti spiegato estesamente da Chrisitian Abbondanza – prosegue AI - la sentenza del CdS potrebbe costituire un pericoloso precedente perché ribalta totalmente la giurisprudenza (e la stessa normativa) in merito ai provvedimenti di scioglimento di Comuni, stabilendo per la prima volta un rapporto di dipendenza fra processo penale e scioglimento, misura invece di natura collettiva, amministrativa, preventiva e indipendente. A quanti ci hanno invece accusato e tirato in ballo in questi giorni, vorremmo solo rispondere loro che non dobbiamo scusarci pubblicamente con nessuno e che non abiuriamo nulla di quello che abbiamo fatto. Tutte le nostre attività sono state mosse dalla sete di onestà e dalla semplice e disinteressata voglia di aprire un dibattito sulla presenza della 'ndrangheta nelle nostre istituzioni e nella nostra comunità, mentre tutto il materiale da noi pubblicato e distribuito non faceva altro che riportare quanto detto da organi di stampa, Prefetti, Commissari e Ministri dell'Interno. Se pensano che abbiamo diffamato qualcuno dovrebbero in primis rivolgersi alle istituzioni”.

“Concludiamo questo intervento – termina Alternativa Intemelia - augurandoci che, dopo questa sentenza, non cali di nuovo un velo di disinteresse dei cittadini sulla presenza della criminalità organizzata in Riviera e sui suoi tentativi di stringere relazioni con il potere politico. Come diceva Paolo Borsellino "politica e mafia son due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d'accordo", quindi ora, più che mai, non bisogna abbassare la guardia o sottovalutare il fenomeno”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore