/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | giovedì 10 marzo 2016, 20:53

Ventimiglia: ieri l'incontro con Christian Abbondanza, la posizione dell'associazione Alternativa Intemelia

Ieri mattina, nella centralissima Biblioteca Aprosiana, si é svolto l’incontro organizzato dalla casa della legalità e da Christian Abbondanza. Sull’incontro è intervenuta ‘Alternativa Intemelia’:

“Nelle quasi due ore e mezzo di incontro il blogger genovese ha cercato di riassumere e di rendere più chiari gli avvenimenti che hanno colpito il Ponente Ligure e i vari procedimenti (penali e non) che si sono susseguiti in questi anni, cercando soprattutto di approfondire le ragioni che avevano portato allo scioglimento del consiglio comunale ventimigliesi sulla base di quanto affermato dalla Relazione della Commissione d'Accesso: gli appalti pubblici concessi dalla Civitas con affidamento diretto alla cooperativa Marvon (grazie alla quale la famiglia Marcianò riusciva a perseguire e a tutelare i propri interessi anche nell'economia ‘legale’), le minacce e i torbidi avvenimenti che hanno caratterizzato la progettazione e la costruzione del porto, l'affidamento da parte del Comune di Ventimiglia del servizio di gestione dei distributori automatici alla Coffee Time di Ingrasciotta (la prima società raggiunta da doppio provvedimento interdittivo antimafia giusto qualche mese prima della concessione, il secondo un personaggio che si vantava addirittura di avere conoscenze con il clan del super latitante Matteo Messina Denaro), assieme ad ulteriori e pesanti criticità nell'ambito dell'edilizia privata (soprattuto nella Piana di Latte). Eventi ovviamente arcinoti a chi, come noi, ha sempre cercato di farli conoscere alla cittadinanza ventimigliese e continua a ritenerli gravi e sufficienti per procedere allo scioglimento di un'amministrazione comunale”.

“Ciò che più ci ha interessato – prosegue Alternativa Intemelia - non é stata quindi questa parte riassuntiva ma il messaggio che Abbondanza ha cercato di dare a fine incontro: se la criminalità organizzata non tesse rapporti con l'economia e la politica non é più da considerarsi tale ma diventa piccola e semplice criminalità, quindi per sconfiggere 'ndrangheta e ‘zona grigia’ non bisogna aspettare la firma in calce della Cassazione ma é necessario che la società e la comunità facciano sentire il suo disprezzo ed isolamento verso chi ha un qualsiasi legame con questo mondo, al fine di privare l'organizzazione criminale del suo potere di controllo e influenza. Sentenze contrastanti non possono e non devono portare a fenomeni di revisionismo o negazionismo del fenomeno mafioso e del suo condizionamento sulla vita pubblica. Un politico o un amministratore afferma di conoscere e salutare un 'ndranghetista? Semplice, basterebbe non votarlo o non concedergli ruoli in pubbliche amministrazioni, eliminando così sul nascere il brodo di coltura nel quale la mafia potrebbe addentrarsi. Come abbiamo sempre sostenuto con Alternativa Intemelia, le inchieste giudiziarie e della stampa sono fondamentali per portare alla luce certe dinamiche, ma é dai cittadini e dalle persone comuni che deve partire "la rivoluzione culturale" con la quale si riusciranno a spazzare via politici compiacenti e mafiosi di ogni risma. Ci sembra ancor più importante ribadire tale messaggio in queste circostanze, quando si è da poco venuto a sapere che nuovi messaggi intimidatori sono circolati fra le stanze del Comune di Ventimiglia”.

“Vorremmo quindi dichiarare con forza – termina Alternativa Intemelia - la nostra piena solidarietà alla dipendente comunale vittima di queste vergognose intimidazioni e ci piacerebbe moltissimo se tutti i ventimigliesi facessero altrettanto, con energia ed indignazione. La riscossa di questa città può che venire anche da semplici gesti di solidarietà verso chi ha semplicemente svolto il proprio compito”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore