/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | giovedì 17 marzo 2016, 23:19

Ventimiglia: i consiglieri Malivindi e Ballestra nel Consiglio straordinario: “Bisogna riabilitare la città”

A concludere il giro di interventi dai banchi della minoranza hanno preso la parola anche la consigliera Malivindi e il consigliere Ballestra.

Dopo gli interventi del consigliere Nazzari (QUI) e dei consiglieri Ventura e Iachino (QUI) a concludere il giro di interventi dai banchi della minoranza hanno preso la parola anche la consigliera Malivindi e il consigliere Ballestra.

I cittadini hanno diritto ad avere alcune informazioni su tutte le fasi intercorse da quando c’è stato lo scioglimento fino alla sentenza di illegittimità – ha esordito la consigliera Silvia Malivindi - perché la sentenza potrebbe essere oggetto di ricorso in Cassazione ma solo per motivi formali, nel merito si può dire che si sia arrivati ad un punto ben definito. Io che non ero all’Amministrazione all’epoca ma che lo sono ora mi sono posta alcune domande: “Come siamo arrivati a questo? E soprattutto se il commissariamento era illegittimo questo regime restrittivo deve rimanere tale?

C’è un’altra questione importante – ha aggiunto la consigliera - si è parlato tanto di immagine di Ventimiglia. In qualche modo deve essere riabilitata restituendogli quella dignità che si è un po’ persa. Io continuo a pensare che una città non può essere mafiosa. Lo possono essere alcune persone ma una comunità non è mafiosa. La stragrande parte della cittadinanza sono persone oneste che hanno subito tutto questo passivamente non avendo alcun mezzo per reagire. E’ necessaria una campagna informativa riabilitativa ed eventualmente chiedere un risarcimento”.

Dopo alcuni minuti in attesa di repliche da parte della maggioranza ha preso al fine la parola il consigliere Giovanni Ballestra: “Io avrei voluto intervenire dopo qualche replica della maggioranza o del signor Sindaco perché speravo che ci fosse un po’ di consapevolezza ma aimè un dibattito in questo Consiglio non è pane per i vostri denti. Non volete assumere la consapevolezza che queste sentenze sia penali che amministrativa, seppur non ancora passate in giudicato, si siano decisamente espresse nel merito. E dobbiamo assumere la consapevolezza che il Consiglio comunale è stato sciolto per infiltrazioni e non per condizionamento e di queste cose bisogna parlarne. Noi siamo finiti su tutti i giornali italiani e internazionali non per la presenza di ‘ndranghetisti ma perché siamo stati commissariati. Prima c’era chi ne parlava così tanto e gli stessi oggi sembrano avere paura di parlarne”.

Dobbiamo ammettere che questo Comune è stato illegittimamente sciolto per infiltrazioni mafiose – ha concluso Ballestra - Vogliamo renderci conto che si è preso un granchio? Se non riusciamo a risollevare l’immagine della città e dire agli investitori esterni che qui a Ventimiglia la maggior parte è gente onesta sarà un grosso problema. E chi deve riabilitare questa situazione? Lo dovremmo fare anche noi e invece io colgo un silenzio che mi dà fastidio perché pare che dobbiate difendere qualcosa. Non voglio insegnare niente a nessuno ma aiutiamo Ventimiglia, cerchiamo di fare qualcosa di positivo per questa città”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore