/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | mercoledì 30 marzo 2016, 16:11

Taggia: l'Amministrazione partecipa all'Education Training di Capannori e aderisce alla strategia 'Rifiuti Zero'

Martedì 12 aprile, la presentazione in Coniglio comunale della delibera con la quale l'Amministrazione formalizzerà l'adesione alla strategia 'Rifiuti Zero'.

Si sono chiusi sabato 26 marzo i lavoro dell'Education Training organizzato dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori, in collaborazione con Zero Waste Italy, Life Plus Ecopulplast e Ambiente e Futuro. La tre giorni ha visto la partecipazione anche del Sindaco di Taggia, Vincenzo Genduso, ed è stato il motivo per cui è stata ritardata la presentazione della delibera in Consiglio comunale, qualche tempo fa.

Abbiamo deciso di partecipare a questo corso sulla strategia Rifiuti Zero – spiega il Sindaco Genduso – per riuscire approfondire questa tematica e approntare in modo puntuale la delibera che presenteremo in Consiglio comunale il 12 aprile.

La giornata di sabato, la più densa di interventi per l'Education Training, si è aperta con il saluto del Sindaco di Capannori Luca Menesini. Al suo fianco l’Assessore all’Ambiente Matteo Francesconi e Maurizio Gatti, presidente Ascit della piana di Lucca, hanno illustrato i benefici, tanto ambientali quanto economici, della strategia rifiuti zero e i futuri obiettivi dell’amministrazione comunale. La parola non è andata solo agli esperti, ma anche a quei cittadini che dal basso creano nuovi esempi virtuosi di buone pratiche, come Linda Maggiori, che a Faenza coordina il progetto delle “Famiglie Rifiuti Zero”, mettendo in rete idee per uno stile di vita sostenibile.

Aderire alla strategia 'Rifiuti Zero' significa per il Comune di Taggia raggiungere tutti e dieci gli obiettivi da essa preposti: separazione alla fonte, raccolta porta a porta, compostaggio, riciclaggio, riduzione dei rifiuti, riuso e riparazione, riduzione dei rifiuti, riuso e riparazione, tariffazione puntuale, recupero dei rifiuti, centro di ricerca e riprogettazione, azzeramento dei rifiuti entro il 2020.

Ci fa molto piacere portare questa delibera di adesione alla strategia Rifiuti Zero in Consiglio comunale – spiega Ivan Lombardi, consigliere delegato all'Ambiente – anche se è da un po' di anni che stiamo portando avanti, come comune, questa strategia, non a caso alcuni punti del decalogo li abbiamo già consolidati. Vogliamo però continuare a lavorare sugli altri e migliorare quelli già avviati. Per quanto riguarda il Centro di Ricerca e riprogettazione, ad esempio, ne avevamo già fatto richiesta tre anni fa, si tratta di uno strumento utilissimo che permette, attraverso una commissione, di analizzare i prodotti che arrivano all'impianto, effettuare delle statistiche e rimodulare lo smaltimento dei rifiuti stessi.”

Il Comune di Taggia ha, inoltre, avviato un tavolo di confronto con la Caritas locale, affinché nel giro di un anno, possa essere approntato il cosiddetto 'Centro del riuso', dove si potranno riparare gli oggetti che, non finendo nel ciclo dei rifiuti, contribuiranno a diminuire il loro impatto sull'ambiente, in termini di smaltimento. 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore