/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 20 febbraio 2016, 14:40

Sanremo: l'amministrazione comunale sta studiando la possibilità di introdurre posteggi meccanizzati a supporto del Palasalute

Il vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici Leandro Faraldi risponde alle critiche arrivate sul problema parcheggi che dovranno servire l'area intorno al palasalute senza andare a discapito dei molti residenti della zona.

“Mi vengano a dire se è una colpa voler aumentare i posteggi…”. Con questa provocazione il vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici Leandro Faraldi, risponde a chi in questi giorni aveva criticato il progetto del costruendo Palasalute di via San Francesco a Sanremo. Una delle principali preoccupazioni che accompagnano l’importante progetto riguarda sicuramente la necessità di fornire un adeguato numero di parcheggi alla nuova struttura sanitaria senza creare disagi per i molti abitanti della zona. 

“Da oltre un anno abbiamo coinvolto gli uffici per cercare di comprendere come aumentare i parcheggi in questo quartiere densamente popolato. Di certo non ci siamo accorti ieri che c’era penuria di posti auto. - sottolinea Faraldi - Stiamo studiando alcune soluzioni. Credo che per una struttura di quel tipo, (il Palasalute ndr) bisogna studiare un sistema che preveda la rotazione oraria sul singolo posteggio. Ci tengo però a rispondere alla minoranza dicendo che la gestione era ed è ancora tutta da discutere. Quindi non è corretto dire che prima era previsto una gestione a pagamento (amministrazione Borea) e poi (amministrazione Zoccarato) è diventata gratuita. Io non ho trovato alcune traccia di un documento che indicasse che questi dovessero essere a pagamento o gratuiti”.

L’unica certezza è rappresentata proprio dalla necessità di ridisegnare l’area dei posteggi intorno al Palasalute, sfruttando quelli già esistenti. Una delle idee al vaglio degli uffici comunali riguarda la possibilità di sopraelevare le aree posteggio già esistenti attraverso sistemi meccanici. “Adesso esistono sistemi automatici meccanizzati sopra terra, stiamo verificando il nodo dell’impatto sull’altezza. Idealmente si parla di circa 4 o 5 metri di altezza".

"In questo modo verrebbero quintuplicati i posteggi già disponibili. Dobbiamo anche considerare i costi, che però dovrebbero essere nettamente inferiori rispetto alla costruzione di strutture in cemento armato. Sfrutteremo dei posteggi oggi utilizzati dalla cittadinanza. A quel punto proseguiremo creando nuovi posti auto nelle aree a monte che dovranno servire per il quartiere” - assicura Faraldi. 

Per quanto riguarda i trasporti rimangono ancora alcuni aspetti decisivi per supportare il Palasalute. Gli uffici del Comune di concerto con Riviera Trasporti, stanno operando per trovare un modo per implementare il passaggio di autobus nella zona. “Andrà sicuramente potenziata la mobilità. - precisa il vicesindaco - Noi proponiamo un’intensificazione delle corse con una linea d’autobus dedicata che segua un percorso ad anello e che non abbia la necessità di far ritorno presso l’autostazione”.

Il palasalute dovrà necessariamente garantire posteggi adeguati ed un supporto idoneo per il trasporto pubblico. Se non saranno raggiunti questi due importanti obiettivi c’è il rischio concreto che l’utenza bocci a priori la struttura sanitaria a causa degli svantaggi di natura logistica, nonostante possa garantire migliori servizi sanitari rispetto a quelli attuali. 

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore