/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

Bellissimo Motore e frizione nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali ...

Da vivere senza spese energetiche. In area vista mare, ben collegata con Roma e Civitavecchia, tutti i servizi...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 25 gennaio 2016, 18:42

Regione: l’Assessore Berrino firma l’accordo su ammortizzatori sociali in deroga con categorie e sindacati

Le aziende interessate all’accesso agli ammortizzatori in deroga possono già da oggi presentare domanda. Nel 2015 i lavoratori coinvolti nella cassa integrazione in deroga in Liguria sono stati circa 1700 e 250 le aziende per una spesa totale a oggi di circa 6 milioni di euro.

È stato sottoscritto oggi in Regione Liguria dalle associazioni datoriali e sigle sindacali l’accordo per il 2016 sugli ammortizzatori sociali e cassa integrazione in deroga. Lo comunica l’assessore regionale al Lavoro Giovanni Berrino.

“Il jobs act ha ridefinito il sistema degli ammortizzatori sociali in deroga – spiega l’assessore Berrino - Grazie all’accordo sottoscritto oggi le imprese artigiane con meno di 15 dipendenti e quelle del commercio con meno di 50 dipendenti, e comunque tutte quelle escluse dagli altri ammortizzatori sociali, potranno presentare domanda per una copertura massima di tre mesi sulla cassa in deroga. L’auspicio è di consentire alle piccole e medie imprese che stanno attraversando una difficile congiuntura economica di poter prendere fiato e nel contempo preservare i propri livelli occupazionali in vista della ripresa”.

Le aziende interessate all’accesso agli ammortizzatori in deroga possono già da oggi presentare domanda. Nel 2015 i lavoratori coinvolti nella cassa integrazione in deroga in Liguria sono stati circa 1700 e 250 le aziende per una spesa totale a oggi di circa 6 milioni di euro.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore