/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 30 gennaio 2016, 14:20

Regione: “Fondino Tpl”, Assessore Berrino “Regione Liguria ha fatto la propria parte, il Pd chieda conto ai membri dell'Agenzia eletti dai suoi Sindaci”

"È davvero curioso che prima il sindaco di Genova e poi, a traino, il PD non abbiano ancora chiesto lumi sulle presunte lungaggini nell'erogazione delle risorse del fondino ai membri dell'Agenzia regionale che proprio i suoi sindaci hanno scelto anziché chiamare in causa la Regione, che possiede la minoranza delle quote di partecipazione nell'Agenzia stessa”.

"La Regione ha fatto tutto quanto di propria competenza riguardo al fondino per la copertura dei prepensionamenti dei lavoratori del tpl e quindi anche di Amt anticipando già 1 milione di euro ed estendendone l’applicabilità fino al 30 giugno 2016, anziché alla fine del 2015 come era previsto. È davvero curioso che prima il sindaco di Genova e poi, a traino, il PD non abbiano ancora chiesto lumi sulle presunte lungaggini nell'erogazione delle risorse del fondino ai membri dell'Agenzia regionale che proprio i suoi sindaci hanno scelto anziché chiamare in causa la Regione, che possiede la minoranza delle quote di partecipazione nell'Agenzia stessa”.

Lo ha dichiarato l'assessore regionale ai trasporti Giovanni Berrino rispondendo alle dichiarazioni del gruppo PD in Regione in seguito alle dichiarazioni rilasciate a Primocanale nei giorni scorsi dal sindaco di Genova Marco Doria. "Consiglio al Pd di interpellare i rappresentati nel cda dell'agenzia che i suoi sindaci hanno nominato. Ricordo che  la Regione in questi sette mesi di mandato ha provveduto a sbloccare il fondino con delibera di giunta di luglio 2015 seguendo la procedura indicata nella legge che proprio il Pd ha approvato nella precedente legislatura. È evidente che ancora una volta il Pd disconosca una legge scritta da sé, scaricando irresponsabilmente la non governabilità di un'agenzia, dove la Regione vale solo il 40%, sull'attuale maggioranza. Tutto questo inoltre dopo la misera fine della gara per il tpl regionale, partorita sempre dal PD,  bloccata dal tar per incostituzionalità".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore