/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 25 marzo 2016, 18:10

Regione, apprendistato di Alta Formazione, Cavo: "Prorogati fino al 30 giugno i termini per le domande di finanziamento di servizi formativi e incentivi alle imprese"

I finanziamenti a disposizione ammontano complessivamente a poco meno di 1 milione e 500 mila euro.

La Giunta regionale della Liguria ha stabilito, su proposta dell’assessore all’Istruzione e Formazione, Ilaria Cavo, di proseguire la sperimentazione in materia di apprendistato di alta formazione, prorogando al 30 giugno 2016 i termini per la presentazione di domande in relazione a: servizi formativi erogati da Università e Istituzioni formative accreditate per Master Asfor aventi sede in Regione Liguria; servizi formativi erogati da imprese con sede legale o operativa in Regione Liguria; incentivi alle imprese per l’assunzione con contratto di apprendistato di alta formazione.

I finanziamenti a disposizione ammontano complessivamente a poco meno di 1 milione e 500 mila euro. Fino al 30 giugno prossimo imprese, Università, Istituzioni formative Asfor potranno presentare ad Arsel Liguria le domande per l’accesso ai finanziamenti sulle tre linee di intervento.

L’apprendistato di alta formazione è uno strumento privilegiato di intervento per aumentare l’occupazione, in particolare quella giovanile, perché in grado di fornire alle imprese una risposta alla loro esigenza di competenze ad elevato livello di specializzazione e di rafforzare, inoltre, lo spessore conoscitivo e professionale dei giovani e la loro spendibilità nel mondo del lavoro.

I percorsi formativi di apprendistato di alta formazione sono finalizzati al conseguimento da parte degli apprendisti di: laurea e laurea magistrale; master universitario di I e II livello; master accreditati dall’Associazione Manageriale per la formazione manageriale (Asfor); dottorato di ricerca. Le attività formative dovranno essere erogate in modo da consentire l’alternanza studio-lavoro che caratterizza il contratto di apprendistato e il raggiungimento degli obiettivi previsti dal contratto stesso. La realizzazione dei percorsi formativi dovrà avvenire in parte presso l’Università/Istituzione formativa e in parte presso l’impresa con cui il giovane ha stipulato il contratto di apprendistato.

I percorsi formativi saranno, pertanto, opportunamente personalizzati rispetto alla durata e all’articolazione generale in relazione alle specificità collegate all’istituto dell’apprendistato di alta formazione, alle necessità dell’impresa e ai fabbisogni specifici dell’apprendista.

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore