/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

POLITICA | giovedì 14 gennaio 2016, 12:22

Il sindacato USB dei Vigili del fuoco ha aderito allo sciopero nazionale organizzato per la giornata odierna

"Noi come USB vogliamo un pompiere ogni mille abitanti (media europea) mentre,per fare un esempio, in provincia di Imperia siamo 1 pompiere ogni 8000 abitanti".

"C’è sconcerto nel volto dei lavoratori" parole dell’USB, Unione Sindacale di Base, dei Vigili del Fuoco: “Un sistema che sta implodendo dove l’amministrazione rincorre disperatamente un risparmio di gestione che ha un volto ben preciso: il lavoratore. Noi come sindacato abbiamo l’obbligo di contrapporci con forza a queste dinamiche e mettiamo sempre in discussione il sistema dei tagli lineari".

Afferma ancora USB: "Esiste un piano di riordino che sul territorio ligure sta avendo queste ripercussioni: il presidio dei sommozzatori chiuso (La spezia), servizio nautico ligure legato al fato (Savona)… oggi aperto domani no per carenza di specialisti, personale ultracinquantenne nettamente insufficiente alla richiesta di soccorso, sedi vetuste, mezzi che cadono a pezzi, declassamento di alcune sedi liguri con riduzione del personale e un contratto nazionale che dal 2009 attende un rinnovo. Sappiamo benissimo quali sono i passaggi per privatizzare comparti del pubblico impiego: distruggilo giorno dopo giorno, rendilo sempre più debole e il giorno che nessuno ha più la forza di tirare su la testa vendi e privatizza".

"Noi come USB non vogliamo questo, vogliamo un pompiere ogni mille abitanti (media europea) mentre,per fare un esempio, in provincia di Imperia siamo 1 pompiere ogni 8000 abitanti. Il cittadino ha bisogno di noi h24, il territorio è fragile e basta un piccolo evento per mettere in crisi l'intera regione.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore