/ POLITICA

Affari & Annunci

chef di cucina 58 enne buo carattere referenziatissimo offersi x ristorante hotel specialità` carne pesce pizze dolci tra san lorenzo e sanremo

casa 45 metri a poggio di sanremo. secondo e ultimo piano in ordine ammobiliata. portoncino blindato serramenti alluminio e cassetta di sicurezza in muratura. Vendo con urgenza...

Monaco 2 e 10 euro 2011, serie Bu 2009 Euroserie e non FDC o Proof originali vendesi; banconote estere n. 100 differenti vendesi euro 60+ spese.

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | martedì 02 febbraio 2016, 17:14

L’Assessore Mai a Roma incontra il Ministro Martina: “Accolta la proposta di procedura semplificata per rilascio passaporto Xylella free”

Una volta rilasciato il passaporto, gli ispettori fitosanitari della Regione opereranno i controlli entro 60 giorni per avviare le istruttorie e confermare l’indennità delle aziende liguri.

“Abbiamo avuto una positiva apertura sulla proposta della Regione Liguria di introduzione di una procedura semplificata per il rilascio del passaporto ‘verde’ obbligatorio da dicembre anche per le aziende produttrici di piante aromatiche”.

Si dichiara soddisfatto l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai al termine dell’incontro con le Regioni che si è svolto questa mattina a Roma alla presenza del ministro all’Agricoltura, Martina per affrontare l’emergenza Xylella. “Il prossimo 4 febbraio saranno portati all’approvazione del governo due decreti ministeriali relativi all’emergenza xylella in cui sarà inclusa la dichiarazione di indennità nazionale da cui è esclusa solo la Puglia – spiega l’assessore Mai –  il Comitato fitosanitario nazionale ha espresso parere unanime favorevole al provvedimento sulla procedura certificata, proposto dalla Regione Liguria, che sarà nella prossima settimana trasmesso a tutte le Regioni. Un passo avanti davvero molto positivo, frutto di un efficace lavoro di squadra e della preziosa collaborazione del ministro e del Comitato”.

L’assessore Mai spiega i prossimi passaggi che riguarderanno le imprese liguri del comparto agricolo. “Con la procedura semplificata – dice l’assessore Mai – le aziende potranno fare richiesta di ottenere il passaporto e i nostri ispettori del settore fitosanitario regionale, che sono già da settimane impegnati nei controlli, rilasceranno i ‘passaporti’ che consentiranno alle imprese di poter commerciare i propri prodotti”. 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore