• Serie D, Ris. finale

    1 Savona

    79' Damiani

    0 Lavagnese

  • Serie D, Ris. finale

    1 Sanremese

    63' Gagliardi

    2 Finale

    6' Capra, 59' Roda
  • Serie D, Ris. finale

    0 Ghivizzano

    2 Argentina

    4' Compagno, 87' Lo Bosco
  • Promozione, Ris. finale

    1 Pallare

    12' Saviozzi

    1 Ceriale

    74' Conforti
  • Prima Categoria, Ris. Finale

    2 Altarese

    32' Rovere, 53' Brahi

    3 Pontelungo

    11' Tomao, 74' Badoino, 86 Tomao
 / POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 07 marzo 2016, 18:45

Incontro del vice presidente Viale sul 'Libro bianco' della sanità ligure: "Nell'imperiese dobbiamo recuperare terreno"

Sull'ospedale unico: “Io non voglio sventolare una ‘bandiera’ dell’ospedale nuovo, senza affrontare i problemi quotidiani. I cittadini hanno bisogno di curarsi qui, senza andare altrove o nel sistema privato. Alla Conferenza dei Sindaci di aprile, affronterò il tema dell’ospedale unico, chiedendo un’alleanza forte tra tutti i sindaci, ma ovviamente l’Assessorato non potrà non occuparsi del quotidiano”.

Incontri, focus group, approfondimenti tecnici, anche attraverso l’uso delle tecnologie per coinvolgere gli stakeholder del territorio nell’illustrazione del Libro bianco sulle linee guida della riforma del sistema sociosanitario della Liguria.

Si tratta della strategia della vice Presidente e Assessore regionale alle Politiche sociosanitarie Sonia Viale che ha ribadito la volontà di coinvolgere i territori, anche attraverso le Conferenze dei Sindaci, incontri con organizzazioni e operatori, per condividere le linee guida del Libro bianco su cui si svilupperà il nuovo testo unico delle leggi sanitarie e sociosanitarie regionali, con l’obiettivo di arrivare a un articolato legislativo chiaro e trasparente, fondato sui pilastri della semplificazione delle norme e dei processi.

Si è svolto quest’oggi, in proposito, uno degli incontri programmati dal vice Presidente Viale insieme all’Asl 1 imperiese, per presentare il ‘libro bianco’. Moltissimi i medici e gli operatori della sanità provinciale, che hanno esposto le varie problematiche del loro lavoro, tra cui ovviamente il bisogno di assunzioni, in un settore sempre alle prese con la cronica carenza di personale.

Al termine dell’incontro Sonia Viale ha confermato di voler scrivere ‘insieme’ la riforma: “Quella di oggi è stata una giornata molto interessante e concreta. Molte persone fanno ricorso al privato e questo non può essere accettato. Il privato, inserito nel contesto del servizio sanitario regionale, può aiutare il sistema pubblico, ma con una serie di controlli. Le caratteristiche di questo territorio richiedono una particolare attenzione, come anche il personale. Dobbiamo trovare, nell’ambito delle riforme, il rispetto dei parametri del Governo, facendo operare al meglio la struttura organizzativa. Questo territorio è stato sicuramente penalizzato rispetto ad altri e, in alcuni aspetti anche dimenticato. Per questo bisogna recuperare. Sull’ospedale unico, se dovessimo ipoteticamente partire domani, voglio sottolineare che ci vorrebbero 10 anni. In questi dovremmo comunque lavorare per restituire qualità a cittadini ed operatori. Su questi ultimi dobbiamo anche operare per la loro motivazione, di chi si pone a cittadino che, quando si presenta nelle strutture, ha un problema. Anche questo è un passaggio fondamentale per il futuro modello ligure”.

“Sul tema delle farmacie – ha proseguito il vice Presidente regionale - come per gli altri, bisognerà avere comunque un’idea ad ampio respiro regionale. Si è parlato di turismo sanitario, sicuramente una opportunità per il territorio ligure sulla quale lavorare”.

“Sono partita dall’Asl 1 e, dalla lettura dei dati si evince che questo territorio è stato particolarmente sacrificato negli ultimi anni, in tema di investimenti e di risorse. Dobbiamo recuperare questo tempo perso ma dobbiamo farlo in una logica di sistema, perché non devono esserci più territori di serie A o serie B. Sono però fiduciosa anche per la risposta dei responsabili territoriali, con grande partecipazione”. Si è parlato anche di ospedale ‘Unico’: “Io non voglio sventolare una ‘bandiera’ dell’ospedale nuovo, senza affrontare i problemi quotidiani. I cittadini hanno bisogno di curarsi qui, senza andare altrove o nel sistema privato. Alla Conferenza dei Sindaci di aprile, affronterò il tema dell’ospedale unico, chiedendo un’alleanza forte tra tutti i sindaci, ma ovviamente l’Assessorato non potrà non occuparsi del quotidiano”.

Il Libro bianco (scaricabile cliccando sotto) contiene una fotografia aggiornata dell’attuale situazione dell’offerta sociosanitaria della Liguria e indica gli strumenti con i quali si può attivare l’auspicato processo di miglioramento e di efficientamento a favore dei cittadini, tutelando il diritto alla salute e la libertà di scelta, e tenendo in considerazione i mutamenti che dovrebbero derivare dal disegno di legge costituzionale ora all’esame del Parlamento.

Files:
 Libro Bianco Sanità Liguria 2016 (5.1 MB)

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore