/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

POLITICA | mercoledì 27 gennaio 2016, 10:22

Imperia: parte dall'acquisizione di quote di ATA il bacino unico imperiese sui rifiuti

La strada dell'accorpamento è quella tracciata dalla Provincia e dalla Regione e presto altri comuni saranno chiamati a consociarsi, a cominciare dai tre del Golfo Dianese - San Bartolomeo al Mare, Cervo e Villa Faraldi - che non hanno aderito ad ATA, ma si sono affidati a tre ditte distinte

La decisione dei venticinque comuni imperiesi di associarsi, insieme a nove savonesi, nell'acquisto delle quote di ATA, la municipalizzata savonese che si occupa di raccolta rifiuti, è frutto di un decreto della Provincia che impone ai comuni di associarsi, in tema di rifiuti, fino ad arrivare a un minimo di 20mila abitanti.

Tra i singoli comuni coinvolti, Diano Marina, il cui Assessore all'Ambiente, Francesco Bregolin, era presente ieri all'approvazione in Consiglio Comunale a Savona. "L'ATA - commenta a Sanremo News - è un'azienda che ha quarant'anni di esperienza nel settore. E' pubblica, e questo va sottolineato. Inoltre, per ogni singolo comune, l'azienda farà un programma in base alle esigenze, non sarà un appalto uguale per tutti, ma piuttosto ci sarà un 'abito su misura', d'accordo ovviamente con azienda, sindacati e lavoratori. Noi partiamo da qui per trovare un accordo con gli altri comuni per fare un bacino unico imperiese".

La strada dell'accorpamento è quella tracciata dalla Provincia e dalla Regione e presto altri comuni saranno chiamati a consociarsi, a cominciare dai tre del Golfo Dianese - San Bartolomeo al Mare, Cervo e Villa Faraldi - che non hanno aderito ad ATA, ma si sono affidati a tre ditte distinte.

I comuni imperiesi associati sono: Diano Marina, Diano Castello, Diano San Pietro, Diano Arentino, Cesio, Chiusanico, Dolcedo, Vasia, Prelà, Santo Stefano al Mare, San Lorenzo al Mare, Costarainera, Civezza, Pietrabruna, Vessalico, Armo, Pieve di Teco, Aquila d'arroscia, Cosio d'arroscia, Mendatica, Rezzo, Ranzo, Borghetto d'arroscia, Pornassio, Montegrosso Pian Latte, che andranno a coprire una fascia di 23.000 abitanti. Per la provincia di Savona ci sono Erli, Zuccarello e Castelvecchio di Rocca Barbena (fascia di 2.000 abitanti). Con l’entrata di questi nuovi soci, ATA raggiunge un totale di 45 Comuni serviti. 

Presto, sul tema, si terrà in Provincia un Ato rifiuti.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore