/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | lunedì 25 gennaio 2016, 12:16

Imperia: la tenuta della maggioranza passa per diverse verifiche. La prima richiesta da Azione Civica

Azione Civica chiede a Capacci e ai suoi di fare quadrato attorno al futuro dell'amministrazione. Appoggio sì, dunque, ma non incondizionato. Piuttosto sui temi importanti

La verifica di maggioranza richiesta dal Sindaco di Imperia Carlo Capacci alle forze che compongono l'amministrazione, passa per diverse fasi. 

La prima l'abbiamo raccontata lo scorso venerdì. Due ore di confronto tra il primo cittadino e i quindici consiglieri di Partito Democratico, Azione Civica, Imperia di Tutti e Imperia per Tutti, gruppo misto e Fulvio Balestra di Imperia Cambia. Al termine della riunione Capacci ha reso noto di aver di fatto espulso i quattro dissidenti del suo gruppo - Paolo Re, Natalia Riccò, Ester D'Agostino e Susanna Palma - bollandoli come "traditori che non possono più stare in maggioranza".

Il Sindaco ha anche annunciato una nuova riunione con i quindici consiglieri, o sedici se nel frattempo tornerà Giulia Gorlero, che in caso di dimissioni sarebbe sostituita da Simone Suriano, attuale membro del Laboratorio per Imperia che tornerebbe così in Consiglio Comunale.

Prima di questa ulteriore verifica vi sono però altre due prove da affrontare per l'ormai risicata maggioranza. La prima l'ha chiesta Azione Civica che chiede a Capacci e ai suoi di fare quadrato attorno al futuro dell'amministrazione. Appoggio sì, dunque, ma non incondizionato. Piuttosto sui temi importanti quali il piano della sosta, destinato definitivamente a slittare almeno fino ad aprile e la pedonalizzazione di via Cascione che ha già provocato le reazioni negative da parte dei commercianti, una parte dei quali ha sottoscritto un ricorso al Tar ed è pronta a sottoscriverne un altro alla Corte dei Conti.

Venerdì, inoltre, si terrà la riunione dei capigruppo per stabilire la data del prossimo Consiglio Comunale. Sono attese diverse mozioni, tra cui due di Alessandro Savioli, ex Capogruppo di Imperia Cambia, oggi confluito nel gruppo misto, ma una mozione potrebbe arrivare anche dai quattro dissidenti del gruppo politico un tempo di riferimento del Sindaco. Paolo Re, pur essendo stato messo alla porta da Capacci conserva il ruolo di Capogruppo ed è pronto a dare battaglia.  

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore