/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali Riscaldamento ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

In area vista mare, fornita di tutti i servizi necessari ad una vita sociale; due livelli fuori terra ed un piano...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 27 febbraio 2016, 12:53

Imperia: la Segreteria Provinciale del Partito di Rifondazione Comunista si esprime su quanto dichiarato dal Consigliere della Lega Giovanni De Paoli

"Contrastare omofobia e transfobia significa combattere contro l’odio di chi non accetta la libertà altrui, contro coloro che si rifanno ad una differenza tra sessi preimpostata"

La Segreteria Provinciale di Imperia del Partito della Rifondazione Comunista si esprime su quanto dichiarato al Consigliere Regionale della Lega Giovanni De Paoli.

"Ci uniamo allo sdegno del Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione nei confronti di quanto dichiarato dal Consigliere Regionale della Lega Giovanni De Paoli. I diritti delle persone omosessuali e transessuali vengono costantemente negati, dimenticando che prima di ogni altra definizione sono persone.

I retrogradi conservatori, farciti di bigottismo, continuano a credere l’omosessualità una patologia, senza però tener conto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità la definisce una variante naturale del comportamento umano e dal 17 maggio 1990 è stata tolta dal novero dei disturbi del comportamento. Mentre il resto del mondo va avanti, l’Italia resta al palo, complici lepesanti iingerenze vaticane e l’omofobia dilagante e sdoganata spesso da esponenti politici del centrodestra.

Contrastare omofobia e transfobia significa combattere contro l’odio di chi non accetta la libertà altrui, contro coloro che si rifanno ad una differenza tra sessi preimpostata, esclusiva e violenta nei confronti di chi non si identifica nelle due solite caselle del femminile e del maschile, con “naturale” predominanza di quella maschile".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore