/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 22 gennaio 2016, 14:41

Imperia: il Sindaco Carlo Capacci scarica i dissidenti di Imperia Cambia: "Hanno tradito il mandato. Sono fuori dalla maggioranza"

Dopo il vertice: "C'è la maggioranza di diciassette che vuole portare a termine il programma elettorale e quelli che non erano presenti sono persone che hanno tradito il programma elettorale e per quanto ci riguarda non fanno più parte della maggioranza"

"I dissidenti di Imperia Cambia hanno tradito il mandato elettorale e sono fuori dalla maggioranza". Lo dichiara il Sindaco Carlo Capacci al termine del confronto che si è tenuto questa mattina nella Sala Giunta del Comune di Imperia.

Presenti il Sindaco e i consiglieri comunali - assenti non invitati i dissidenti -. Un colloquio durato oltre due ore al termine del quale nessuno, a parte lo stesso primo cittadino, ha voluto rilasciare dichiarazioni.

"Abbiamo fatto la riunione con i diciassette consiglieri di maggioranza - ha spiegato Capacci - abbiamo parlato di programmi futuri e ho chiesto di sapere se confermavano l'appoggio alla linea amministrativa e al programma elettorale che abbiamo presentato agli elettori e direi che c'è stato l'appoggio pieno.



Ci siamo riservati una settimana di approfondimento ma non vedo particolari problemi. C'è la maggioranza di diciassette che vuole portare a termine il programma elettorale e quelli che non erano presenti sono persone che hanno tradito il programma elettorale e per quanto ci riguarda non fanno più parte della maggioranza
".

Per il Sindaco non ci sono problemi interni alla sua amministrazione. "Volevo solo capire se questa maggioranza esiste ancora. Esiste per cui non c'è nessun problema. Non c'era una questione in particolare su cui discutere, ma era più di ampio spettro, capire se c'era la volontà di portare a termine il mandato elettorale perché ho preso un impegno con gli elettori e gradirei di portarlo a termine. Ho chiesto di avere la riconferma tra una settimana, e credo che mi verrà riconfermato quello che mi è stato detto questa mattina. Non mi dimetto, anche perché le dimissioni si danno, non si aggiungono".

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore