• Serie D, Ris. finale

    1 Savona

    79' Damiani

    0 Lavagnese

  • Serie D, Ris. finale

    1 Sanremese

    63' Gagliardi

    2 Finale

    6' Capra, 59' Roda
  • Serie D, Ris. finale

    0 Ghivizzano

    2 Argentina

    4' Compagno, 87' Lo Bosco
  • Promozione, Ris. finale

    1 Pallare

    12' Saviozzi

    1 Ceriale

    74' Conforti
  • Prima Categoria, Ris. Finale

    2 Altarese

    32' Rovere, 53' Brahi

    3 Pontelungo

    11' Tomao, 74' Badoino, 86 Tomao
 / POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | giovedì 28 gennaio 2016, 17:03

Imperia: Gabrielli (Legambiente) interviene amaramente circa la potatura degli alberi

"Sono i mesi più terribili per gli alberi in città: iniziano le potature”.

"Sono i mesi più terribili per gli alberi in città: iniziano le potature”. Alberto Gabrielli – Agronomo-Forestale ed esponente di Legambiente Imperia ha voluto lanciare questo allarme sulla vegetazione pubblica del capoluogo.

 

"Cominciamo con tre poveri Tigli in via Santa Lucia (incrocio via Don Minzoni), già distrutti dalle potature degli scorsi anni. - denuncia Gabrielli - Si tratta di tre alberi, giovani, che, oltre alla bellezza, potrebbero fornire refrigerio al piccolo parcheggio (5/6 auto): non sottraggono spazio, non “sporcano”  giardini e negozi, non occultano la vista mare, non fanno ombra d’ inverno, non minacciano la sicurezza di niente e nessuno".

"Passate da queste parti un giorno di giugno e ditemi se non è stupido (per non usare parole cosiddette volgari) continuare a massacrarli.. Eppure … Il settore “Ecologia” (sic !) del Comune di Imperia è garante dell’ operazione, o rappresenta solo l’ utile copertura delle imprese? Certo si deve garantire il più possibile il lavoro: ma perché sempre a spese dei contribuenti e della qualità di vita in città e di quegli straordinari essere viventi che sono gli alberi? Se proprio vogliamo difendere il lavoro, occupiamoci dell’Agnesi e delle tante aziende in difficoltà e salvaguardiamole insieme agli alberi, per una Imperia di lavoro e non di sottobosco amministrativo" - conclude l'esponente di Legambiente.

 

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore