/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 12 febbraio 2016, 16:56

Imperia: dopo la riunione di ieri coi dissidenti, la maggioranza relaziona al Sindaco

In generale, il clima all'interno della maggioranza è da resa dei conti, ma si lavora per evitare l'arrivo di un nuovo commissario prefettizio, dopo l'esperienza considerata poco felice di Sabatino Marchione nel 2012

Dopo la riunione di ieri pomeriggio tra i dissidenti: Paolo Re e Ester D'Agostino, e la maggioranza, quest'ultima nelle ultime ore ha incontrato il Sindaco Carlo Capacci proprio per ragguagliarlo sull'esito dell'incontro.

Il Sindaco ha incontrato ieri sera il Partito Democratico e oggi il gruppo misto e azione civica. Insieme si cerca di trovare una soluzione per riaggregare i quattro scontenti - oltre a Re e Ester D'Agostino, anche Susanna Palma e Natalia Riccò - che avrebbero chiesto, ieri pomeriggio, un passo indietro al primo cittadino su alcune sue dichiarazioni contro i dissidenti, l'ultima alla capigruppo dello scorso 5 febbraio, quando il Sindaco e il Presidente del Consiglio Diego Parodi avevano criticato Re per aver abbandonato la riunione dopo pochi minuti, accusa respinta al mittente dallo stesso Capogruppo di Imperia Cambia.

In generale, il clima all'interno della maggioranza è da resa dei conti, ma si lavora per evitare l'arrivo di un nuovo commissario prefettizio, dopo l'esperienza considerata poco felice di Sabatino Marchione nel 2012. 

Intanto, da parte di alcuni consiglieri cresce il malumore nei confronti della gestione di Imperia Cambia, puntando il dito sul Sindaco e sull'ex Capogruppo Alessandro Savioli, ora passato al gruppo misto, per non aver saputo ascoltare i malumori dei quattro che adesso stanno valutando la posizione da prendere al prossimo Consiglio Comunale dell'1 marzo, sulla mozione presentata dal Capogruppo di Fratelli d'Italia Alessandro Casano, relativa alla pedonalizzazione di via Cascione. 

Re e gli altri dissidenti non hanno infatti ancora sciolto le riserve sulla propria posizione. La voteranno, contribuendo così a fare andare sotto coi numeri la maggioranza, come avvenuto nell'ultima capigruppo, o si allineeranno nuovamente all'amministrazione?

Analogo discorso vale per il piano della sosta, il cui ritiro è stato annunciato la scorsa settimana dal Sindaco. I lavori tuttavia continuano e la commissione terza si è riunita lunedì con l'intento di modificare l'attuale piano per adattarlo alle numerose richieste avanzate da più parti, una di queste contenuta nella mozione poi ritirata dai quattro di Imperia Cambia, che chiede il posizionamento di due stalli di sosta nella parte alta del Parasio e quindi l'accesso alla ztl ai veicoli guidati da portatori di handicap, proprio per evitare il pasticcio di Borgo Marina, che ha visto il giudice di pace Teresa Cervasio stralciare la multa di Michela Aloigi, che era passata in auto, insieme al figlio invalido nel varco ztl. Il giudice, lo ricordiamo, ha stabilito anche il pagamento delle spese processuali da parte del Comune di Imperia.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore