• Serie D, Ris. finale

    1 Savona

    79' Damiani

    0 Lavagnese

  • Serie D, Ris. finale

    1 Sanremese

    63' Gagliardi

    2 Finale

    6' Capra, 59' Roda
  • Serie D, Ris. finale

    0 Ghivizzano

    2 Argentina

    4' Compagno, 87' Lo Bosco
  • Promozione, Ris. finale

    1 Pallare

    12' Saviozzi

    1 Ceriale

    74' Conforti
  • Prima Categoria, Ris. Finale

    2 Altarese

    32' Rovere, 53' Brahi

    3 Pontelungo

    11' Tomao, 74' Badoino, 86 Tomao
 / POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 20 febbraio 2016, 08:59

Imperia: contravvenzioni nella ztl di Porto Maurizio e accesso agli autoveicoli con cartellino per disabili, l'intervento del M5S

"Nella giornata di ieri alcuni nostri attivisti si sono recati in zona Borgo Marina per visionare se l'amministrazione avesse provveduto almeno a sostituire le indicazioni sulla cartellonistica stradale."

Il Movimento 5 Stelle di Imperia esprime un suo parere sull'ennesimo caso di disadeguatezza che l'Amministrazione Capacci sta dimostrando nei confronti di tutti i cittadini portatori di handicap che incappano nella ztl della marina di Porto Maurizio.
Ultimo il caso di Fabio trentasettenne di Milano in vacanza a Imperia assieme a sua madre Lucia.

"La nostra attivista Michela Aloigi mamma di Matteo - spiegano - ha recentemente vinto la sua battaglia personale sulla stessa vicenda, battaglia che ha portato avanti da sola contro tutto e tutti, rimbalzando più volte fra le false promesse del Sindaco e degli Assessori, arrivando a ricevere sentenza dal Giudice di Pace che ha riconosciuto i diritti suoi e di suo figlio annullando la ridicola multa ricevuta.

Sulla base dell'esperienza di Michela il Movimento 5 Stelle Imperia con la sua Portavoce comunale Cara Glorio, ha potuto approfondire tutti gli aspetti inerenti al caso, e con molto stupore non capisce come si possa continuare a ridicolizzare l'immagine della nostra Città attraverso questi comportamenti, quando in tutta Europa è assolutamente chiaro e regolamentato che gli autoveicoli con cartellino per disabili sono totalmente esenti da contravvenzione nelle Ztl e hanno libero accesso.

Il giudice non solo ha annullato la contravvenzione, ma ha anche condannato il Comune di Imperia al risarcimento delle spese processuali, pari a 43 euro, bacchettandolo per non aver rispettato le normative in materia, sia europee che nazionali. Insomma, una pessima figura. 

Nella giornata di ieri alcuni nostri attivisti si sono recati in zona Borgo Marina per visionare se l'amministrazione avesse provveduto almeno a sostituire le indicazioni sulla cartellonistica stradale, ma nulla, tutto invariato, ne desumiamo che ancora oggi se un cittadino imperiese o un turista con cartellino disabile entrassero nella Ztl sarebbero nuovamente multati, e obbligati a fare l'ennesimo ricorso , perdendo tempo e energie nervose per rimediare a una negligenza che si dimostra recidiva e assurda.

La nostra attivista Michela Aloigi - concludono - è in diretto contatto con il signor Fabio e sua madre Lucia per aiutarli nell'iter del ricorso, anche perché essendo loro di Milano devono ad oggi sostenere viaggi e spese per procedere al riconoscimento dei loro sacrosanti diritti normati a livello Europeo."

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore