/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | domenica 28 febbraio 2016, 10:10

Imperia: Bando affitti, via alle domande. Le istanze dal 1° marzo al 1° aprile. Ecco come

L’assessore ai Servizi Sociali, Fabrizio Risso: “Questo bando si affianca a quello della morosità incolpevole riaperto recentemente. Sono iniziative con cui aiutiamo i nostri concittadini in difficoltà in un momento economico molto complesso"

Fabrizio Risso

Dal 1° marzo sarà possibile – per tutto il mese – presentare le domande per i contributi sul fondo sociale affitti. La modulistica è stata predisposta dai Servizi Sociali del Comune e sarà pubblicata a giorni anche sul portale del Comune.

Per far domanda bisogna essere titolari di un contratto di locazione ad uso abitativo come prima casa; inoltre chi concede in locazione l’alloggio non può essere parente o affine fino al 2° grado. Non possono invece far domanda coloro i quali sono ospitati in alloggi di proprietà comunale o di edilizia residenziale pubblica. Il bando prevede anche alcuni requisiti relativi al patrimonio: ISEE inferiore a 16.700 euro, nessun immobile intestato agli appartenenti il nucleo familiare e l’importo annuo massimo del contratto deve essere pari a 7.800 euro.

I moduli possono essere scaricati da internet o ritirati presso lo Sportello di Cittadinanza (Piazza Dante n. 4, Piano III) dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 10.00 e dalle ore 10.30 alle ore 12.30 – il lunedì ed il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 16.30. Il Servizio Interventi di sostegno, sempre ubicato all’ex Cremlino di piazza Dante, è disponibile (lun/ven 10.30-12.30 e nei pomeriggi di lunedì e giovedì 14.30-16.30) sia per fornire ulteriori informazioni di dettaglio che per ricevere le istanze debitamente compilate e corredate di tutta la documentazione richiesta. Non saranno accettate istanze redatte con modalità difformi da quelle prescritte nel bando.

Alla domanda va allegata la dichiarazione sottoscritta dal proprietario dell’immobile, relativa al canone di locazione  percepito nel 2015 o, in alternativa,  copia dei bonifici, inerenti le spese  sostenute per il canone e la dichiarazione ISEE in corso di validità. Per i cittadini extracomunitari è necessaria un’autocertificazione in cui attesti di essere in regola con le vigenti norme in materia di immigrazione e risieda – alla data di pubblicazione del bando – da almeno 10 anni sul territorio italiano o da almeno 5 anni nella Regione Liguria.

“Questo bando si affianca a quello della morosità incolpevole riaperto recentemente. Sono iniziative con cui aiutiamo i nostri concittadini in difficoltà in un momento economico molto complesso. Gli uffici ancora una volta danno prova di preparazione e professionalità e sono a disposizione di chi vuole presentare l’istanza di accesso al bando” – dice l’assessore ai Servizi Sociali, Fabrizio Risso.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore