/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | martedì 01 marzo 2016, 21:34

Imperia: alla quasi unanimità, il Consiglio Comunale approva la mozione di Alessandro Casano sulla pedonalizzazione di via Cascione

E' da sottolineare, tuttavia che Casano ha ha modificato in maniera decisa la sua mozione. Infatti non ha richiesto il ritiro del progetto, ma una reversibilità, ovvero che, in caso l'esperimento dell'isola pedonale dovesse fallire, l'amministrazione possa prevedere di tornare sui propri passi

Il Consiglio Comunale approva la mozione di Alessandro Casano, Capogruppo di Fratelli d'Italia sulla pedonalizzazione di via Cascione. Clamorosamente a votare la mozione è stata votata da tutti i consiglieri, a eccezione del Consigliere Comunale del Partito Democratico Oliviero Olivieri che si è astenuto.

E' da sottolineare, tuttavia che Casano ha ha modificato in maniera decisa la sua mozione. Infatti non ha richiesto il ritiro del progetto, ma una reversibilità, ovvero che, in caso l'esperimento dell'isola pedonale dovesse fallire, l'amministrazione possa prevedere di tornare sui propri passi.

Questo, come spiegato dai consiglieri e dal Sindaco Carlo Capacci, è già previsto.

"Il cambio di viabilità - ha detto Casano nel corso del suo intervento - potrebbe creare danni all'economia della città. La mozione la presento per dire che i lavori vanno fatti, visto che non si vogliono perdere i finanziamenti, ma bisogna tenerci una via di fuga perché il progetto sia reversibile in caso dovesse fallire l'esperimento".

La mozione, dicevamo, ha provocato le reazioni positive di tutti i consiglieri, e dei commercianti della via, presenti questa sera in Sala Consiglio. Con loro anche l'avvocato Elena Martini, uno dei tre legali, gli altri sono Luigi Basso e Daniele Granara, che hanno presentato il ricorso al Tar contro la pedonalizzazione della via. 

Duro l'intervento del Capogruppo di Imperia Cambia Paolo Re, appartenente alla corrente dei dissidenti di maggioranza, che, pur spiegando di essere favorevole al progetto, ha sottolineato le criticità che riguardano i parcheggi e il trasporto pubblico locale. "Ci chiediamo a che punto sia lo studio di fattibilità della trasformazione della palestra Maggi in un autoporto, che riguarda l'arredo urbano, il trasporto pubblico e le scale mobili e le navette utilizzate al posto degli ascensori 'farsa'". 

L'avvocato Elena Martini dopo la decisione del Consiglio Comunale:



Antonio Gagliano:




Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore