/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 26 febbraio 2016, 17:01

Fusione dei Comuni sotto i 5mila abitanti: i consiglieri provinciali Perri e Dellerba: "Nella nostra Provincia sarebbe un disastro"

"Toti potrà contare sul nostro sostegno nelle sedi di Governo per abolire questa proposta scellerata".

Dura e ferma posizione di Forza Italia di Imperia sulla proposta di legge parlamentare del Partito Democratico relativa alla fusione dei comuni sotto i 5000 abitanti: “Ci chiediamo se questi signori conoscono la realtà ligure e ancor più quella Imperiese dove chi la fa da padrone sono proprio i piccoli comuni, i borghi storici che vengono curati seguiti e gestiti da amministratori e  persone che a costo zero rinunciando il più delle volte agli esuli emolumenti  si occupano personalmente con la presenza fisica sul territorio dei problemi da risolvere

Non è possibile - continuano i consiglieri provinciali Dellerba e Perri - portare avanti una simile proposta volta a distruggere un intero territorio della nostra meravigliosa Italia che oggi sempre più viene bistrattata da questi signori al governo che trasmetto illusioni senza alcuna concretezza. Oggi i sindaci di questi comuni si trovano a fare qualsiasi cosa senza personale, senza soldi e con pochi collaboratori, dal pulire le strade a stappare il tombino, fare il vigile e a volte fare anche l’impiegato comunale tutto a costo zero. Se si perdessero queste persone chi farebbe tutto ciò? La risposta è nessuno e quindi tutto sarà abbandonato”.

Noi questo non lo vogliamo! Stiamo vivendo tutti i giorni nella funzione di consigliere provinciale - evidenziano in ultimo Perri e Dellerba – come, con questa nuova vergognosa organizzazione della Provincia, si sia perso proprio il contatto con il territorio e con i problemi del territorio perché non si è più presenti, non si hanno più a disposizione fondi e uomini che svolgono funzioni di controllo. Pertanto siamo certi e ci faremo promotori di trasmettere questa nostra posizione al neo presidente della Regione Liguria Giovanni Toti il quale potrà contare sul nostro sostegno nelle sedi di Governo per smontare e abolire questa proposta scellerata”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore