/ POLITICA

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 25 marzo 2016, 18:30

Elezioni comunali a Diano Marina: l'ex Sindaco Angelo Basso pronto a tornare in pista?

Al momento il diretto interessato nega ogni ipotesi ma c'è chi sostiene sia pronto a candidarsi, se non a Sindaco, per un posto in Consiglio Comunale

L'ex Sindaco Angelo Basso è pronto a tornare, in vista delle elezioni comunali di Diano Marina? Chissà. Al momento il diretto interessato nega ogni ipotesi ma c'è chi sostiene sia pronto a candidarsi, se non a Sindaco, per un posto in Consiglio Comunale.

All'indomani della decisione del Partito Democratico di affidare al giovane Davide Damonte l'incarico di effettuare il giro di consultazioni con i possibili alleati, Basso si dice scettico sulla possibilità che sia il trentenne a guidare la coalizione anti Chiappori. "Nulla da eccepire contro Damonte - spiega a Sanremo News - ma credo che ora sia prematuro parlare di candidati. Bisognerà prima comporre l'alleanza, e poi si penserà alla lista e chi dovrà fare il Sindaco. Damonte potrà fare le consultazioni che riguardano il Pd, ma gli alleati i candidati dovranno sceglierseli autonomamente".

E allora ecco che si fanno i nomi, oltre a quello dello stesso Basso, di Antonio Lapalomenta, ex Presidente della Provincia, nonché già vice Sindaco di Diano Marina, ultimamente gestore, sfrattato da Chiappori al termine di un lungo contenzioso sulla natura della concessione, del Tennis Club Prato Fiorito. Tra i nomi che Basso vorrebbe portare in una eventuale coalizione allargata ci sono anche quelli di Marco Perasso, già Presidente del Consiglio Comunale, con Basso Sindaco, e l'ex Assessore Antonino Calcagno.

Il Pd però non sembra essere intenzionato ad assecondare le richieste dell'ex Sindaco, soprattutto sulle candidature di Perasso, Calcagno, ma anche dello stesso Basso. E allora ecco che quest'ultimo potrebbe stupire tutti formando un'ulteriore lista. Tutto si gioca in attesa del 30 marzo, ovvero quando si saprà se Chiappori e i suoi verranno rinviati a giudizio o meno. In caso di rinvio a giudizio, infatti, secondo alcuni, Forza Italia, ma anche la stessa Lega potrebbero revocare il simbolo al Sindaco uscente. E Basso sarebbe pronto ad approfittarne.

Al Partito Democratico a quel punto resterebbe il possibile sì di Diano Futura di Pippo Manduca, che perderebbe però l'appoggio degli ex forzisti, e forse riuscirebbe a ricucire lo strappo con Rete a Sinistra, dopo l'uscita di Pietro Luigi Zuccolo di ieri pomeriggio.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore