/ POLITICA

Spazio Annunci della tua città

Bellissimo Motore nuovo Sedili nuovi Stacco batteria Posti 2+2 porte estive Porte invernali Riscaldamento ...

Imbarcazione in ottimo stato, Coperta e pozzetto in teak-Falchetta e trincarni in mogano verniciato.Verricello...

In area vista mare, fornita di tutti i servizi necessari ad una vita sociale; due livelli fuori terra ed un piano...

Strepitosa occasione composta da soggiorno più angolo cottura due camere ,,gran terrazzo più grande giardino...

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | venerdì 19 febbraio 2016, 09:35

Diritti gay: il vice Presidente Sonia Viale "In Liguria già si può indicare persona cara per assistenza ricovero"

"Legge attuata con delibera nel 2014. E' una buona legge per chi, in un momento di sofferenza, decide la persona che intende avere accanto a sé".

L'assessore non fa riferimento diretto alle coppie omosessuali, evitando possibili polemiche, ma ricorda che esiste una legge della Regione Liguria per tutelare l'assistenza, ospedaliera e non, di tutti i maggiorenni che vogliano designare una precisa persona cara che stia loro vicino in caso di ricovero. 

"In Liguria c'è già una normativa, piuttosto recente, che assegna a qualsiasi maggiorenne il diritto di delegare ad un altro maggiorenne, indipendentemente dal sesso, il compito dell'assistenza e del supporto psicologico durante i periodi di bisogno - spiega Sonia Viale, assessore regionale alla salute, al nostro giornale: "E' una legge attuata con delibera nel 2014. E' una buona legge per chi, in un momento di sofferenza, decide la persona che intende avere accanto a sé". 

L'assessore Viale ha già incontrato i rappresentanti della Rete Rainbow, che difendono anche i diritti degli omosessuali, per fare il punto su questa normativa regionale. Si dice anche disponibile a verificarne l'attuazione, eventualmente emanando circolari alle Asl perché venga seguita. Il paziente ha diritto di scegliere una persona cara, anche non familiare, delegandola a stargli vicino e a ricevere informazioni sullo stato di salute da parte del personale socio-sanitario. 

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore