/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

POLITICA | mercoledì 06 gennaio 2016, 21:14

Bordighera: “L’odore delle prossime elezioni”, alcune riflessioni del consigliere David Marani (M5S)

"Giochi interni di potere spingono il Presidente del Consiglio Comunale a criticare il suo capo e il gruppo che lo sostiene, l’odore delle prossime elezioni comunali incomincia a farsi sentire..."

David Marani

"Siamo compiaciuti che un elemento della maggioranza che (non)governa Bordighera si è accorto che il ponente di Bordighera viene dimenticato, il movimento cinque stelle lo ha sostenuto in molte commissioni e consigli comunali.

Sono tre anni che la giunta Pallanca (non)amministra questa città e solo ora si accorgono che non esiste solo il centro e l’arzilia. Siamo, altresì, compiaciuti, nel renderci conto, che finalmente un’elemento della maggioranza abbia un’idea propria e che quest’idea, finalmente, vada contro la propria giunta.

In tutti, ma proprio tutti, i consigli comunali la giunta ha sempre votato in modo compatto ogni delibera comunale fino a farci credere che a votare fosse uno solo…

Giochi interni di potere spingono il Presidente del Consiglio Comunale a criticare il suo capo e il gruppo che lo sostiene, l’odore delle prossime elezioni comunali incomincia a farsi sentire e a seminare zizzania e dubbi, giornalisti spingono questa farsa, ma, mal celano, le loro intenzioni.

Una giunta si incrina… ma i servizi e la manutenzione che dovrebbe ricevere la zona delle Due Strade e il ponente bordigotto attendono… rimane quell’obbrobrio di lavoro che è l’intervento di contenimento delle acque del Rio Borghetto e la sua colata di cemento, contornata, da una strada semi-catramata in contropendio per lo scarico delle acque... un’assurdità e una follia che Dio non voglia farci verificare quando le piogge saranno forti e violente.

David Marani
Movimento 5 Stelle Bordighera".

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore