/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | sabato 30 gennaio 2016, 10:57

'Bordighera in Comune' commenta il Documento Unico di programmazione per il triennio 2016/2018

"Abbiamo votato contro il DUP presentato dall’Amministrazione ed ha raccomandato che l’Amministrazione consideri di preparare un aggiornamento del DUP, entro i termini utili del 28 febbraio 2016."

Luca De Vincenzi

“Ci siamo accostati a questo documento attribuendogli tutta l’importanza che merita un documento di 156 pagine inteso a programmare la vita della città per tre anni. Eravamo interessati in particolare a come l’Amministrazione aveva sviluppato, dopo 30 mesi di mandato, la sezione strategica di questo nuovo strumento di programmazione.” Affermano Mara Lorenzi e Luca De Vincenzi di Bordighera in comune che aggiungono: “Il legislatore chiede che il DUP contenga una sezione strategica e una operativa precedute da un’analisi dei dati demografici e finanziari della città e del contesto in cui la città si muove.

Quindi un’opportunità di sviluppare e concretizzare le politiche di mandato dell’Amministrazione in risposta a caratteristiche della città e in coerenza con programmi regionali e nazionali. Per avere un termine di paragone avevamo consultato i DUP preparati da altre cittadine, in Lombardia e in Emilia-Romagna; trovando documenti che identificavano in modo chiaro le principali scelte fatte dalle Amministrazioni e i filoni lungo i quali intendevano sviluppare i programmi del prossimo triennio.

Invece, l’Amministrazione di Bordighera ha prodotto per il prossimo triennio un DUP che occupa 156 pagine di dati demografici e finanziari, promesse elettorali, e aggiornamenti sullo stato degli impegni. Il DUP che dovrebbe muovere Bordighera lungo i conclusivi 30 mesi di questa Amministrazione presenta progetti, ma non presenta analisi e programmi. E cosi’ non cattura criticità, non fornisce razionale per le scelte operative, non identifica priorita’, e dunque non crea meccanismi per valutare i risultati in una prospettiva di medio e lungo termine.

“Un DUP con queste carenze condanna la città due volte – proseguono - la prima perchè non assicura un procedere razionale e focalizzato del lavoro dell’amministrazione e dell’impiego delle risorse interne, inclusi i funzionari. La seconda perchè limita gravemente la competitività nell’ottenere risorse esterne. La città che non ha direttive non sa a quali bandi o concorsi partecipare, percioò non si tiene pronta, e le scadenze passano senza neppure l’opzione di partecipare. La città che non puo’ mostrare un documento programmatico che la identifica e la impegna non sarà competitiva con investitori privati che vogliono investire nello sviluppo della città.

Bordighera ha urgente bisogno di programmazione, anche perchè ha un numero sempre più alto di criticità – proseguono - Forse la prima criticità da affrontare è l’altissima percentuale di persone anziane in un contesto di progressivo calo della popolazione totale. Il 27% degli abitanti di Bordighera sono anziani al di sopra dei 65 anni, e solo il 10% sono bambini e ragazzi al di sotto dei 15 anni. Bordighera ha dunque un indice di vecchiaia del 28% che è ancora più alto di quello della Liguria (24%) che è a sua volta il più alto d’Europa (vedi nostro Augurio per il 2016 alla Liguria pubblicato online il 3 Gennaio).

Si può esemplificare su come dall’alta percentuale di persone anziane nasce un filone programmatico a raggiera per la città. Bordighera vorrà (dovrà) cercare di invertire la tendenza e rendere la città appetibile a giovani lavoratori che vogliano creare qui la loro famiglia. Si dovra’ lavorare sul rilancio delle attività produttive ad includere la floricoltura e l’artigianato in coordinamento stretto con i piani della Regione Liguria.

Si dovrà lavorare sull’abbordabilità della prima casa, sull’appetibilità della vita a Bordighera investendo nella Scuola, Associazioni, e sport come partners delle giovani famiglie. Dalla stessa alta percentuale di anziani nascono opportunità lavorative e anche imprenditoriali per i giovani – oltre a compagnia e assistenza, c’è spazio per offerte commerciali mirate, organizzazione di trasporti, servizi, e attività culturali. E il richiamo che il clima di Bordighera offre per gli anziani diventa un’opportunità per il settore turismo. Nasce la strategia di offrire a Bordighera un tipo di ospitalità nuova, mirata alla sicurezza dei visitatori anziani e serenità delle loro famiglie. Quindi non seconde case, ma meccanismi di “ospitalità protetta” in piccoli o grandi alberghi per uno spettro di disponibilitaà economiche. Si pensi all’indotto per tutte le attivita’ di Bordighera.

 

Bordighera in Comune – concludono - come d’altronde tutte le altre minoranze consiliari, ha votato contro il DUP presentato dall’Amministrazione ed ha raccomandato che l’Amministrazione consideri di preparare un aggiornamento del DUP, entro i termini utili del 28 febbraio 2016. L’aggiornamente sarebbe utile alla città se volesse offrire una sezione strategica finalmente articolata su obiettivi cardine che hanno una sequenza temporale e possono produrre risultati verificabili anche a medio e lungo termine. Il DUP emendato potrebbe poi essere votato insieme al Bilancio di Previsione entro il 31 marzo 2016.”

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore