/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | mercoledì 02 marzo 2016, 23:06

Bordighera: Angst, RSA e gli immobili di piazza Padre Viale al centro del Consiglio Comunale di questa sera

Trattata anche un'interpellanza sul verde pubblico dal consigliere De Vincenzi: "Finalmente si parla anche di qualcosa di colorato e non solo di grigio cemento".

Nel corso dell’assise di questa sera sono state affrontate tre pratiche urbanistiche. Sulla prima, relativa all’alienazione e alla valorizzazione degli immobili dell’ex-Casa di Riposo in Piazza Padre Giacomo Viale sulla base di un accordo siglato tra la società immobiliare CDP, Arte e Comune, sono state accolte con una presa d’atto le osservazioni promosse della società. Respinto invece l’emendamento presentato dal gruppo consiliare Bordighera in Comune.

Non si può condividere – ha giustificato l’emendamento proposto il consigliere Luca De Vincenzi - che il Centro Storico venga usato per nuove seconde case. Grazie alle seconde case, interi quartieri di Bordighera sono deserti. L’Amministrazione dovrebbe (e potrebbe) far sue le finalità del POI incoraggiando ARTE e CDP a favorire certi acquirenti, da prime case per giovani, a ostelli per giovani e meno giovani, a residenze ‘protette’ e ‘servite’ per gli anziani quali quelle inaugurate in questi giorni dalla Cooperativa Eureka in Lombardia”.

Dopo una sospensione del Consiglio l’assessore Margherita Mariella ha così giustificato il no della maggioranza all’emendamento: “Condividiamo l’emendamento ma abbiamo votato contro in quanto non pertinente alla delibera in oggetto. Ci impegneremo comunque a manifestare questa volontà politica all’interno della conferenza dei servizi”.

Sulla pratica dell’Angst i caratteri di flessibilità erano troppo ampi secondo la Regione che ha chiesto di valutare una via di mezzo. “Ci asteniamo su questa pratica – ha ribadito ancora una volta il consigliere Marco Laganà – perché non riteniamo che sia opportuno approntare un progetto senza avere i soldi per completarlo. Rimarrà un opera incompiuta in pieno centro città e a farne le spese sarà la prossima Amministrazione che dovrà accantonare altri progetti per investire in questo”.

Il voto della maggioranza è stato sufficiente per far ‘passare’ la pratica che invece ha incontrato il no di De Vincenzi: “Nuove residenze che non servono in piena crisi il mercato immobiliare. Inoltre il nuovo Palaparco non sarà in grado di ospitare tutti gli uffici comunali come era stato preventivato dall’Amministrazione e lo spostamento dei volumi dell’Angst danneggerebbe l’integrità di un edificio di importanza storica”.

Sono state accettate poi le prescrizioni della regione Liguria per quanto concerne il progetto finalizzato alla realizzazione della Residenza Sanitaria Assistenziale in via Cagliari. “Approviamo con emendamento la parte tecnica della variante ma rimandiamo le modifiche per quanto riguarda la convenzione gestionale che poi potrebbe dare spazio eventualmente ad ulteriori modifiche anche da parte del soggetto attuatore” ha motivato l’assessore Mariella.

A conclusione del Consiglio è stata trattata un’interpellanza del gruppo consiliare Bordighera in Comune inerente gli strumenti per la salvaguardia del patrimonio del verde in città: “Finalmente si parla di qualcosa di colorato e non di grigio cemento – ha introdotto ironicamente il consigliere De Vincenzi – ci chiediamo chi si sta occupando della stesura del regolamento del verde, a che punto siamo e quali sono le volontà dell’Amministrazione riguardo il Piano del verde”.

Il patrimonio del verde è già stato censito – ha replicato l’assessore Mariella – e c’è anche già una bozza di regolamento al vaglio dell’Amministrazione.  Non c’è nei piani futuri di questa Amministrazione la realizzazione di nuovi giardini perché gli spazi finanziari non sono tantissimi ma comunque le aree verdi in questi anni sono state implementate”. “Da circa due anni – ha proseguito il Sindaco Giacomo Pallanca – con l’operazione Gerico stiamo piantumando nuove palme. Inoltre con il coinvolgimento della vicina Vallecrosia e dell’Università di Torino si sta verificando lo stato di salute, e gli eventuali interventi, dei pini sulla via Romana. In ultimo c’è anche da sottolineare la recente volontà di partecipare con Ventimiglia al bando per la riqualificazione del Parco Winter”.

Noto veramente poco interesse per il verde pubblico in quanto la manutenzione e gli interventi volti a migliorare l’estetica e la vivibilità della città sono veramente insufficienti” ha chiosato il consigliere De Vincenzi chiudendo il Consiglio in sostituzione dell’assente Presidente del consiglio Mauro Bozzarelli.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore