/ Imperia Golfo Dianese

Che tempo fa

Cerca nel web

Imperia Golfo Dianese | giovedì 03 marzo 2016, 14:44

Inps: borse di studio per i figli di dipendenti e pensionati pubblici ed Ipost. Le domande scadono il 31 marzo 2016

Come ogni anno l’INPS permette agli iscritti alla gestione ex INPDAP di partecipare a bandi di concorso per l’assegnazione di borse di studio per soggiorni vacanza in Italia o all’estero. Nell’ambito del bando Estate INPSieme (ex Valore Vacanza), l’INPS propone soggiorni di svago e studio dedicati ai figli degli iscritti alla Gestione ex INPDAP ,anche pensionati, dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione Fondo IPOST. Il periodo di vacanza può essere di una o due settimane in Italia oppure di due o quattro settimane in Europa, a seconda dell’età dei ragazzi.

"Si tratta di un’importante opportunità offerta dall’INPS, che consente di unire alle attività culturali e sportive, escursioni, momenti di incontro, e la possibilità di studiare una lingua straniera. In aggiunta, nel caso di ragazzi disabili è offerta assistenza continua da parte di personale qualificato.

L’INPS riconosce un contributo a totale o parziale copertura del costo della vacanza estiva in Italia o della vacanza studio all’estero.

I posti a disposizione per partecipare alle vacanze studio in Italia o all’estero sono assegnate tramite un bando di concorso.

Il bando di concorso Estate INPSieme 2016 è stato pubblicato in data 29 febbraio 2016 sul sito dell’INPS.

Il bando 2016 è scaricabile sul sito www.inps.it  selezionando nel menu in alto la voce 'Concorsi e Gare', quindi 'Welfare, assistenza e mutualità', poi 'Concorsi welfare, assistenza e mutualità', 'Bandi Nuovi' e successivamente 'Estate INPSieme'.

Il bando prevede che la domanda debba essere presentata entro giovedì 31 marzo 2016 alle ore 12.00.

Le principali novità contenute nel bando di concorso 2016 rispetto agli anni passati sono le seguenti:

•Per i soggiorni studio all’estero possono partecipare tutti gli studenti iscritti alle scuole superiori, indipendentemente dalla loro età.(anche maggiorenni )
•Non vengono più messi a bando i soggiorni, ma i contributi erogati dall’INPS, che sono 12.650 per le vacanze studio in Italia e 22.400 per le vacanze studio all’estero (presso i campus e i college in Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Germania e Spagna).
•I contributi vengono erogati dall’INPS in percentuale sul massimo consentito in base agli scaglioni ISEE. L’INPS pagherà direttamente il soggetto organizzatore, cioè il tour operator.
•Le domande di partecipazione per i figli vanno presentate dai genitori online sul sito inps.it tramite l’apposito PIN dispositivo.
•Per fare domanda occorre aver già presentato la DSU per ottenere l’ISEE 2016, in quanto le graduatorie vengono redatte in base agli ISEE e ai voti degli studenti nell’anno scolastico precedente.
•Chi vince il bando per le vacanze studio deve prendere autonomamente contatto con i tour operator per organizzare il soggiorno in Italia o in Europa.

Per presentare la domanda bisogna accedere all’area riservata INPS ex INPDAP e seguire il seguente percorso di navigazione: dalla homepage del sito inps.it scegliere Servizi Online, quindi Servizi per il cittadino e poi Servizi ex Inpdap. A questo punto selezionare 'Per tipologia di servizio' e poi Domande > Estate INPSieme > Domanda. A questo punto occorre selezionare 'Inserisci domanda' e si otterrà il modulo da compilare online.

Per velocizzare le comunicazioni da parte dell’ente, è consigliato inserire sia la propria casella di posta elettronica, sia il numero di telefono cellulare.

Una volta presentata la domanda di partecipazione, è possibile seguirne l’esito nella pagina 'Segui Iter Domanda', dove viene riportato lo stato della domanda e la posizione in graduatoria.

La domanda può essere presentata tra le ore 12.00 del 2 marzo 2016 e le ore 12.00 del 31 marzo 2016".

Sul sito Inps  maggiori informazioni a questo indirizzo: www.inps.it

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore