/ GOURMET

Che tempo fa

Cerca nel web

GOURMET | martedì 19 gennaio 2016, 00:00

Conto alla rovescia per il Bocuse d’Or

Sarà la città di Alba ad ospitare la selezione italiana del prestigioso concorso gastronomico internazionale

Luigi Cremona durante l'ultima selezione italiana del concorso a Sanremo nel 2014

Mancano pochi giorni alla selezione italiana del Bocuse d’Or, il più importante concorso internazionale di cucina del mondo. Ad Alba nei giorni di domenica 31 gennaio e lunedì 1° febbraio 2016 si svolgeranno le selezioni per definire lo Chef e il Team, che rappresenteranno l’Italia a Budapest per le semifinali e poi, in caso di vittoria, nella finalissima di Lione del gennaio 2017.

Per due giorni i candidati a rappresentare l’Italia gastronomica si cimenteranno nella preparazione di due ricette, una di pesce e una di carne e saranno selezionati da un team comprendente Luigi Cremona e Giancarlo Perbellini.

La lista aggiornata dei 12 concorrenti è la seguente: Marco Acquaroli, Lorenzo Alessio, Riccardo Basetti, Debora Fantini, Francesco Gotti, Andrea Alfieri, Daniele Lippi, Giovanni Lorusso, Michelangelo Mammoliti, Leonardo Marongiu, Stefano Paganini, Giuseppe Raciti.

La due giorni si svolgerà nella splendida città di Alba, nelle sale del Teatro Sociale “G. Busca”, in  Piazza Vittorio Veneto 3, domenica  31  gennaio dalle ore 10:00 alle ore 20:00 e  lunedì 1 febbraio dalle ore 10:00 alle ore 17:00.

Nelle vicinanze sarà allestita l’isola degli chef, con i 4 box della gara, da dove si partirà per un percorso di visita e collegamento video con l’interno del teatro. Sul palcoscenico del teatro si alterneranno le diverse giurie composte dai migliori chef stellati d’Italia. Insieme a Giancarlo Perbellini, presidente del Concorso, ci saranno Enrico Crippa, presidente di giuria, Luigi Cremona, coordinatore della competizione e come ospite d’onore Orian Johannessen, ultimo vincitore del Bocuse d’Or.

L’evento si svolge in collaborazione con la Città di Alba, la Regione Piemonte e l’ Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero, che ha messo a disposizione le sue meravigliose sale ottocentesche per la manifestazione. 

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore