/ FESTIVAL DI SANREMO

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

FESTIVAL DI SANREMO | venerdì 26 febbraio 2016, 14:13

#Festival: Gerardina Trovato, il ritorno. 'La Pausini? Una persona dolcissima, grazie Laura'

La celebre cantautrice siciliana racconta la sua assenza dalle scene in esclusiva su ‘Tv Sorrisi e Canzoni’

Gerardina Trovato è tornata. Almeno, mediaticamente. Ed è già un buon inizio. Un primo passo. Nell’intervista appena pubblicata in esclusiva sul sito di ‘TV Sorrisi e Canzoni’ – firmata dalla brava e valente giornalista Barbara Mosconi (che, come sempre, dà prova di un ottimo e sano giornalismo di servizio anche nella musica) nel lungo articolo (http://www.sorrisi.com/musica/gerardina-trovato-sono-scomparsa/) la cantautrice esprime parole di stima e affetto per Carlo Conti (l’ultimo ad averla voluta in tv a ‘I Migliori Anni’, su Raiuno, nel 2009).

Nonché apprezzamento autentico per la dignità con cui Laura Valente - ex voce dei Matia Bazar dopo Antonella Ruggiero e prima di Silvia Mezzanotte, da poco uscita dal gruppo -, ricorda l’operato di cantautore e poeta del marito Mango.

La Trovato si è soffermata a lungo inoltre sulla lealtà e la nobiltà d’animo di Laura Pausini, e la sua dolcezza genuina, espressa in una mail di conforto e incoraggiamento ricevuta dalla grande artista italiana: l’unica ad averla degnata sempre di rispetto e considerazione, dai Sanremo degli anni ’90 sino ad oggi. Ed esprime il desiderio di poter scrivere canzoni per Laura, a riprova di stima e riconoscenza sincere.

Chissà, magari Laura Pausini inviterà, dopo queste dichiarazioni, Gerardina ospite nel suo prossimo show tv su Raiuno…Tutto può succedere.

Gerardina Trovato – oltre a ricordare invece il silenzio e l’indifferenza totale di Andrea Bocelli nei suoi confronti (per il quale ha scritto e cantato con lui ‘Vivere’, successo da oltre 25 milioni di copie nel mondo) - menziona altresì Frank Nemola, grande arrangiatore di Vasco Rossi, con il cui staff l’artista siciliana sta preparando il nuovo album di inediti.

E svela, oltre a una brutta depressione da cui sta finalmente uscendo, il triste e difficile rapporto con la ‘Sugar’, l’etichetta discografica di Caterina Caselli, e anche con quest’ultima: tra le cause e gli ostacoli oggettivamente principali che le hanno impedito di poter incidere dischi e fare il proprio mestiere in tutti questi anni.

Pare infatti che, per via di un accordo-capestro di scioglimento dei precedenti rapporti discografici esistenti con Gerardina (come lei stessa ha rivelato a ‘Tv Sorrisi e Canzoni’), la Sugar abbia preteso ex ante la cessione dei diritti editoriali per i prossimi due album della Trovato stessa: come dire, gli altri pubblicano i dischi, ma i diritti vanno altrove.

E questo ben spiega perché l’ultimo cd di inediti di Gerardina, ‘I Sogni’, del 2008 (pubblicato da una piccola etichetta indipendente veneta), sia un EP e non un LP (cioè, contiene meno di sei pezzi, per via della Spada di Damocle legale di cui sopra!)

Dunque, quale casa discografica potrà mai essere interessata a immettere sul mercato nuovi cd della Trovato, se costretta a rinunciare a priori al proprio guadagno? E, cioè, i diritti editoriali, che così finiscono dritti nella già opulenti tasche di ‘Mamma Sugar’?

Se la Caselli non vuole lavorare più con Gerardina, benissimo: è un suo diritto. E’ tutto a solo vantaggio della cantautrice siciliana, vista la situazione contingente. Ma che almeno abbia la decenza, la coerenza e il buon gusto di lasciarla realmente libera di proseguire per la propria strada artistica!

C’è da augurarsi che, nel frattempo, qualche autorevole legale dello showbusiness prenda a cuore la questione, e studi sul caso: in gioco c’è la vita e la carriera di una persona, e di una brava artista meritevole. Che non può, per un cavillo tecnico, per via di carte scritte che sono insostenibili nella forma e ancor più nella sostanza, essere impossibilitata a fare musica!

Stesso identico problema trent’anni prima di Giuni Russo, come ben evidenziato dalla scrittrice Bianca Pitzorno (sua biografa ufficiale), che ricorda proprio come anche Giuseppina Romeo – questo il nome di battesimo del più grande soprano lirico leggero italiano – proprio nel cuore della carriera, per divergenza personale e di vedute artistiche con Caterina Caselli – allora discografica della ‘CGD’ – abbia avuto discograficamente strada difficile per via di un contratto-boomerang firmato con l’allora etichetta dell’ex Casco D’oro, e pubblicato fra le pagine della biografia ufficiale di Giuni Russo, cui ha collaborato anche la brava e capace Maria Antonietta Sisini, sua storica produttrice.

Da tutto il nostro gruppo editoriale il miglior in bocca al lupo a Gerardina Trovato – che, fra l’altro, tiene una propria rubrica ogni venerdì mattina sull’autorevole quotidiano di approfondimento nazionale lindro.it (diretto dalla brava Maria Margherita Peracchino, la prima ad aver dato un’opportunità giornalistica a Gerardina) - perché torni presto ad avere il posto di primo piano che le spetta di diritto nel panorama delle stelle della musica italiana. Caterina Caselli permettendo…

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore