/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | sabato 26 marzo 2016, 09:03

Video Festival Imperia: scelte le 67 opere che prenderanno parte alla fase finale, tra queste anche un film ambientato ad Hollywood

La giuria tecnica, nei giorni scorsi, ha svelato i titoli delle 67 opere approdate alla finale. Una scelta per nulla semplice considerato si partiva da un lotto -che ha rappresentato un nuovo record per la rassegna imperiese- di 1654 opere iscritte.

Cadono i veli sull’undicesima edizione del Video Festival, in programma presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Imperia da martedì 26 a sabato 30 aprile.

La giuria tecnica, nei giorni scorsi, ha svelato i titoli delle 67 opere approdate alla finale. Una scelta per nulla semplice considerato si partiva da un lotto -che ha rappresentato un nuovo record per la rassegna imperiese- di 1654 opere iscritte.

Delle 67 opere giunte alla finale è curioso sapere che 54 sono italiane e sono frutto di autori di 16 diverse regioni (Veneto, Lazio, Lombardia e Toscana le maggiormente rappresentate). 13 sono invece le opere straniere approdate in finale. Anche qui è bello ricordare che originariamente erano 90 le Nazioni iscritte. In corsa per l’aggiudicazione dell’ambito “Silver frame” sono rimaste in 8: Francia, la maggiormente rappresentata, Spagna, Serbia, Croazia, Senegal, Cile, Brasile e Stati Uniti.

Dagli Usa, a “due passi” da Hollywood dove ogni anno si assegna la “statuetta” per antonomasia, sono giunte in finale ad Imperia due opere: un film di animazione ed una commedia sentimentale ambientata –ironia della sorte– proprio ad Hollywood, ulteriore dimostrazione di quell'immaginario fil-rouge che lega l'Oscar al Silver Frame.

I 67 film in concorso verranno proiettati presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Imperia nell’ambito di due sessioni: una pomeridiana, con inizio alle ore 15,30 ed una serale: inizio ore 21, nelle giornate di martedì 26, mercoledì 27, giovedì 28 e venerdì 30 aprile.

La mattinata sarà occupata dagli eventi che fanno parte dell’ormai tradizionale contenitore denominato “Non Solo Cinema” all’interno del quale trova spazio una serie di appuntamenti e di incontri di primo livello.

Si partirà lunedì 26 con la presentazione del progetto Alcol Responsabile. “Non Bere la Tua Vita” il tema che gli studenti delle scuole imperiesi hanno sviluppato nel corso dei mesi scorsi anche attraverso una serie di filmati che nell’occasione del Video Festival Imperia saranno proposti alla platea e premiati. Il progetto è promosso dalla Prefettura di Imperia e la presenza delle numerose autorità presenti in occasione della prima iniziativa in programma offre al Video Festival l’occasione per un solenne “taglio del nastro”.

Tra gli eventi in programma per “Non Solo Cinema” anche un incontro utile ad approfondire la conoscenza del territorio marino della Liguria dal tema “Lo specchio della luna: Storie di mare e di Imperia” in collaborazione con il Centro Educazione Ambientale del Comune di Imperia. Previsto anche un incontro con Roberto Mordacci, filosofo italiano, preside della Facoltà di Filosofia San Raffaele di Milano ed autore del libro “Al Cinema con il Filosofo”. Al vaglio una serie di altre interessanti iniziative atte a promuovere cultura e territorio.

Tra le iniziative che da sempre il Video Festival Imperia propone ve ne sono un paio di particolare interesse sociale, culturale, turistico ed economico, idee che ci gli organizzatori auspicano diffondere in maniera sempre più massiccia sul territorio.

Il progetto VFI District 

Il progetto VFI District nasce dallʼesigenza di “dare vita” allʼarchivio del Video Festival che ha allʼattivo oltre cinquemila titoli suddivisi in cortometraggi, documentari, opere di animazione e veri film ovviamente indipendenti. Lʼorganizzazione ha così studiato un sistema per rendere disponibili queste opere che altrimenti sarebbero state destinate allʼoblio. Bisogna infatti tenere conto che moltissimi lavori prodotti a livello indipendente hanno vita soltanto nei circuiti nazionali e internazionali dei festival; successivamente, purtroppo vengono molto spesso dimenticati negli archivi delle stesse manifestazioni che li hanno ospitati.

Ecco quindi che, dal punto di vista di donare nuova visibilità a queste opere dimenticate, prende corpo il progetto “VFI District”. Una selezione dei migliori lavori iscritti nei dieci anni di vita del Video Festival Imperia viene messa a disposizione di chiunque ne faccia richiesta esclusivamente per scopi culturali e senza lucro.

Sarà così possibile organizzare proiezioni pubbliche in sale cinematografiche e allʼaperto o proiezioni private allʼinterno di circoli e associazioni.

Potrà essere effettuata una programmazione ad hoc miscelando i vari generi o, in alternativa, preparare un argomento specifico come ad esempio una serata dedicata allʼanimazione o alla commedia brillante o ancora utilizzare i documentari per approfondimenti scientifici, antropologici, di viaggio, eccetera.

Con i contenuti a disposizione non cʼè praticamente alcun limite allʼargomento che può essere trattato. La selezione delle opere ritenute migliori è da subito disponibile e fruibile in formato digitale. La programmazione su argomenti specifici potrà essere richiesta tenendo conto del tempo necessario per effettuare le dovute ricerche dʼarchivio.

Perché VFI District? District sta per distretto, ovvero la possibilità di portare fisicamente i contenuti in ogni luogo vengano richiesti. Questa parola racchiude in sé la sintesi dellʼintero progetto con un servizio che viene reso agli autori e a tutta la collettività in nome della cultura e del tempo libero il tutto senza alcunʼaltra formalità burocratica da parte degli interessati. Infatti le rispettive autorizzazioni sono già concesse con la firma del detentore dei diritti, ove non diversamente specificato, sul modulo d'iscrizione al festival.

I lavori scelti per le programmazioni del “VFI District” non verranno mai ceduti ai richiedenti e/o a terze parti interessate al progetto e rimangono a disposizione nellʼarchivio del festival.

Imperia in 35 mm. L’Associazione OffiCine Digitali, al fine di promuovere la città e in maniera più ampia lʼintero territorio dellʼestremo ponente ligure come ideale set cinematografico e televisivo, sta da tempo portando avanti un ambizioso progetto denominato “Imperia in 35mm”.

Con questa proposta il Video festival Imperia non vuole sostituirsi al ruolo svolto dalla Film Commission Regionale ma, affiancandola nella valorizzazione di questa ampia porzione di territorio, rendersi parte attiva per promuovere e far conoscere presso gli oltre cinquemila registi, autori, produttori e distributori provenienti complessivamente da circa centoventi nazioni del mondo che abitualmente frequentano e iscrivono le loro opere al Video Festival Imperia le peculiarità e le bellezze di questo angolo di Liguria.

La città di Imperia è un luogo perfetto per ospitare set cinematografici: Villa Grock, Villa Faravelli, lʼintero Parasio con le caratteristiche Logge di Santa Chiara, il museo dellʼOlivo, Calata Cuneo o Borgo Marina con il nuovo Porto Turistico ne sono soltanto un esempio, ma anche il resto della provincia non è da meno: antichi borghi medioevali, scenari urbani e costieri, paesaggi montani, paesaggi marini, architetture particolari come Villa Nobel, il Casino di Sanremo, il Teatro Salvini o ambientazioni naturalistiche come i Giardini Hanbury, il Santuario dei Cetacei o le Alpi a due passi dalla costa.

Questo grande patrimonio architettonico e naturale deve essere assolutamente valorizzato. OffiCine Digitali e Video Festival Imperia con impegno costante portano avanti un'importante opera di promozione turistica e cinematografica affinché quanto di meglio esista sul territorio sia conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore