/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | venerdì 22 gennaio 2016, 11:21

Sanremo: stasera a Villa Magnolie la rappresentazione delle 'Novelle' di Pirandello

Lo scenario serale dovrebbe accentuare ancora di più l’obiettivo del coinvolgimento di tutti, compresi i genitori degli alunni, per assaporare opere più o meno conosciute del grande drammaturgo siciliano.

Con l’entusiasmo già dimostrato nelle precedenti edizioni anche quest’anno gli alunni delle classi  quinte del liceo Cassini dei tre indirizzi, classico, linguistico e scientifico, stanno ultimando la preparazione della rappresentazione di alcune  novelle di Pirandello.

L’evento si svolgerà a Villa Magnolie, oggi alle 19 nelle varie aule secondo un percorso itinerante indicato da alunni liceali. L’iniziativa di rappresentare opere di autori studiati in letteratura italiana nell’ultimo anno è nata tre anni fa con la rappresentazione di opere di Calvino, poi è proseguita con le “Operette Morali” di Leopardi e quest’anno la scelta è caduta su Pirandello. E’ ovvio che l’impegno è necessario da parte di tutti, docenti e alunni, ma è da sottolineare che i ragazzi si sono appassionati a questa iniziativa tanto da aderire subito con spontaneità e desiderio di collaborare al buon esito dell’evento. In questa occasione i ragazzi manifestano inclinazioni che non emergerebbero nelle ore di lezione tradizionali e forse cominciano a riconoscere in se stessi attitudini ed inclinazioni nuove.

Ciò che poi è elemento catalizzatore del gruppo classe è che, divertendosi e con i diversi ruoli liberamente scelti da ognuno, i ragazzi conoscono profondamente un autore, si immedesimano nel personaggio e lo impersonano cercando di offrire al pubblico un taglio interpretativo attuale, ma sempre in linea con il pensiero, per quest’anno, di Pirandello. Si tratta di un procedimento didattico nuovo ed efficace perché i ragazzi diventano protagonisti  del processo di apprendimento e vivono un momento unico che ricorderanno in futuro; magari potrà  anche rappresentare un elemento di riflessione per le loro future scelte: non dimentichiamoci che nella rappresentazione operano in sinergia addetti al suono, alle luci, scenografi, costumisti e altri ancora.

La Dirigente scolastica, dott. ssa Enrica Minori, ritiene giusto che la scuola diventi centro di incontro culturale e sociale espandendosi anche oltre le ore curriculari perché gli alunni trovino un luogo di incontro dove comunicare tra loro in modo sano e costruttivo argomenti di studio e di interesse giovanile, con la possibilità di approfondimenti disciplinari , come in questa occasione.

Lo scenario serale dovrebbe accentuare ancora di più l’obiettivo del coinvolgimento di tutti, compresi i genitori degli alunni, per assaporare opere più o meno conosciute del grande drammaturgo siciliano.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore