/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | martedì 15 marzo 2016, 09:54

Sanremo: l’Orchestra Sinfonica propone il concerto “Da Salisburgo alle accademie viennesi”, al Teatro del Casinò

Con solista al pianoforte il salernitano Emilio Aversano e sotto la Direzione del tedesco Johannes Rieger, verrà proposto, tra gli altri: “Movimenti nel bianco” (2012), del Maestro Daniele Corsi.

 

“Da Salisburgo alle accademie viennesi” è il titolo dell’appuntamento di giovedì 17 marzo - alle ore 17 al Teatro del Casinò Municipale - con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo.

Con solista al pianoforte il salernitano Emilio Aversano e sotto la Direzione del tedesco Johannes Rieger, verranno proposti: “Movimenti nel bianco” (2012), del Maestro Daniele Corsi; il Concerto n° 23 in La maggiore K 488 per pianoforte ed orchestra (1786) e la Sinfonia n° 34 in Do maggiore KV 338 (1780), di Wolfgang Amadeus Mozart (1756/1791).

“Movimenti nel bianco” è del cinquantatreenne compositore romano, che è anche professore di matematica, sostiene che: “c’è un legame tra il mio modo di fare musica e il mondo della matematica, il mondo in generale della razionalità”. Autore di una significativa produzione di musica da camera e sinfonica per molti organici differenti, la sua musica è stata eseguita all’estero in Europa, Stati Uniti ed America Latina.

Il Concerto n° 23 in La maggiore K 488 contende al K 466 la palma del più eseguito tra i concerti di Mozart. A differenza dei precedenti, si contraddistingue per il carattere più contenuto, sia dal punto di vista dell'espressione virtuosistica (molto meno spinta), che da quello della ricchezza strumentale. L’organico, infatti, si limita solamente ad archi, flauti, clarinetti, fagotti e corni.

La Sinfonia n° 34 in Do maggiore KV 338 è l'ultima delle sinfonie composte a Salisburgo prima della rottura con il Principe Arcivescovo von Colloredo. Pare sia stato proprio il grande successo ottenuto nella prima dell’aprile del 1781 al Kärntnertortheater ad aver indotto Mozart ad abbandonare la città, divenuta troppo inadatta alle sue ambizioni, per trasferirsi a Vienna, dove la sinfonia venne eseguita nuovamente nel maggio 1782.

 


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore