/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | martedì 22 marzo 2016, 07:51

Sanremo: due giovani ulivi nel giardino della scuola di San Pietro per ricordare Luca e Don Luigi Ruschena

Alla commemorazione hanno partecipato anche i genitori di Luca, Roberto e Cristina, il fratello Stefano e i suoi compagni di scuola, che ora frequentano le medie, che sono stati un punto di forza per Luca, e lo hanno aiutato a combattere fino a che è stato possibile.

Nel primo giorno di primavera, dedicato alla poesia, gli alunni e insegnanti della scuola di San Pietro hanno voluto ricordare due amici che ci hanno appena lasciati".

Luca, un compagno di scuola e di giochi che ha condiviso gli anni della scuola dell'Infanzia e la primaria e che, dopo aver combattuto per lunghi anni la malattia, ci ha lasciati, ma che rimarrà nel cuore di tutti per la forza e l'allegria che ha sempre saputo trasmetterci. Don Luigi Ruschena, il parroco di San Pietro, che è sempre stato vicino alla scuola, rendendosi utile quando occorreva e mettendo a disposizione la chiesa e la sacrestia per tutte le ricorrenze e per i cori natalizi. Per ricordarli nel giardino sono state piantati due giovani ulivi.

"L'ulivo per noi - dicono alunni e insegnanti - è un simbolo di forza e di capacità di adattarsi alle situazioni meno favorevoli. La sua tenacia nel restare abbrancato al terreno  è la metafora del carattere di chi vive in questa terra e i suoi fiori sono dolce promessa di frutti profumati e utili per sostenerci. L'ulivo è una pianta quasi eterna perché dalla sua ceppaia  ributta germogli e continua a vivere. Così vogliamo che sia il ricordo che abbiamo di chi non c'è più. Per questo quella del primo giorno di primavera è stata quasi una festa, nel nostro ricordo chi ci ha lasciato rimane vivo e vicino a noi".

Alla commemorazione hanno partecipato anche i genitori di Luca, Roberto e Cristina, il fratello Stefano e i suoi compagni di scuola, che ora frequentano le medie, che sono stati un punto di forza per Luca, e lo hanno aiutato a combattere fino a che è stato possibile. Tutti insieme, sostenuti da Vanni Oddera, un famoso motociclista che regala ai bambini in difficoltà momenti indimenticabili con la mototerapia, hanno creato il gruppo 'Gli amici di Luca' che, nei giorni scorsi ha consegnato ai bambini ricoverati al Gaslini tante playstation e giochi". 

"Io lo so quanto sia difficile far passare il tempo in un reparto di terapia oncologica per un bambino" dice il papà di Luca che, con la mamma, ha trascorso in  quei reparti molti mesi. Ma la loro collaborazione con l'ospedale non finisce qui e 'Gli amici di Luca' continueranno a raccogliere fondi per l'ospedale che lo ha assistito meravigliosamente per tutto il periodo in cui Luca ha avuto bisogno. In queste settimane stanno raccogliendo fondi, distribuendo il libro 'Le fiabe dei motociclisti'. I piloti protagonisti di questa raccolta di fiabe sono usciti come per magia dalle pagine di questo libro per portare conforto a Luca nell'ultimo periodo della sua breve vita, regalandogli gli ultimi istanti di felicità e alleviando di molto le sue sofferenze.

Nelle fotografie le immagini della distribuzione dei giochi ai bambini del Gaslini. Era anche presente Luca De Fort, un ex alunno della scuola, che ha donato un ulivo in ricordo di Don Luigi e lo ha voluto piantare in giardino.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore