/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | sabato 23 gennaio 2016, 10:10

Prosegue con successo la rassegna “Ventimiglia a Teatro” organizzata dal comune della città di confine

Ancora tutto esaurito anche per il secondo spettacolo della manifestazione, “Le dolenti note” della Banda Osiris.

Un pubblico attento e numerosissimo ha gremito il Teatro comunale ieri sera per il secondo spettacolo della stagione teatrale 2015/2016 promossa dall’amministrazione comunale di Ventimiglia.

 

La Banda Osiris ha divertito ed in alcuni momenti davvero entusiasmato il pubblico con lo spettacolo “Le dolenti note: il mestiere del musicista: se lo conosci lo eviti”  tratto dal libro con lo stesso titolo pubblicato l’anno scorso per festeggiare i 34 anni di attività del gruppo.

Il punto di partenza viene immediatamente messo in chiaro: ”fare i musicisti? E’ una fregatura!”

Per dimostrare questa premessa, con grande divertimento sia del pubblico in sala e sia degli artisti sul palco, la Banda Osiris, ossia Gianluigi e Roberto Carlone, Giancarlo Macrì e Sandro Berti, hanno trasformato la lettura del libro in spettacolo.

Con un’abilità mimica, strumentale e canora davvero straordinaria i quattro protagonisti hanno recitato, suonato e cantato, tracciando ritratti impietosi del musicista, con definizioni lapidarie e geniali post it, in un pot-pourri di racconti, battute, quiz, lettere e stranezze varie con un solo obiettivo: dissuadere i bambini ad avvicinarsi alla musica, ossia scoraggiare in tutti i modi gli aspiranti musicisti.

Attraverso musica composta e scomposta, passando dalla musica da camera ai Beatles, la Banda Osiris ha proposto un ritratto impietoso del musicista. Con ritmo veloce si è sfogliato tutto il libro, apprezzando una ironia e una satira dal sapore agrodolce perché “il mestiere del musico è gramo, grigio, greve, grave e…in poche parole: diventate musicisti solo se non conoscete un altro modo per guadagnarvi da vivere”.

Irresistibili e geniali alcuni capitoli, come quello sugli strumenti da evitare o quello sulla suddivisione per generi musicali, ma nel complesso tutto lo spettacolo mantiene alta l’attenzione del pubblico, che viene coinvolto ripetutamente e partecipa con entusiasmo anche in improbabili quiz. Nel finale il ritmo aumenta, sostenuto anche dai battimani della sala e quando arriva il momento dei saluti nessuno si vuole alzare. Dopo due divertentissimi bis, alla fine gli eclettici artisti piemontesi, (diventati famosi anche in tv con la trasmissione di Serena Dandini “Parla con me”), visibilmente stanchi, ma divertiti lasciano il palco.

Al termine dello spettacolo, organizzato in modo perfetto dall’Ufficio manifestazioni del comune in collaborazione con il Teatro dell’Archivolto, c’è ancora il tempo per sostare al banchetto di Emergency per sostenerne l'attività oppure acquistare una copia del libro, un modo per portarsi a casa  un piacevole ricordo della serata.

La rassegna prosegue mercoledì 27 gennaio con “Fogli della rosa bianca” in collaborazione con il Teatro dell’Aleph.

Le foto della serata sono di Salvetto Marina 

 

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore