/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | venerdì 05 febbraio 2016, 07:21

Massimo Morini al suo 26° Sanremo: ancora un Festival della Canzone Italiana all'Ariston per il musicista ligure

Sette volte vincitore della kermesse, che dirigerà l’orchestra per due giovani e sarà direttore tecnico di sala di sei dei big in gara, per un totale di otto artisti, mantenendo inoltre il primato assoluto di partecipazioni consecutive.

Per la 26a volta consecutiva Massimo Morini calcherà il palco dell’Ariston. Il leader dei BuioPesto e regista cinematografico (anche per Rai Cinema), a Sanremo per la 66a edizione del Festival della Canzone Italiana, dirigerà l’orchestra per ben due artisti in gara, tra gli 8 partecipanti a Sanremo Giovani: Chiara Dello Iacovo ed Ermal Meta.

Inoltre sarà direttore tecnico di sala per i “big” Elio e le Storie Tese, Enrico Ruggeri, Noemi, Rocco Hunt, Lorenzo Fragola e Annalisa. Chiara Dello Iacovo fa parte della scuderia Rusty Records, la stessa casa discografica in cui militava Antonio Maggio, dirigendo il quale Morini vinse nel 2013, cantando anche una frase del ritornello (con uno speciale microfono ad archetto) della canzone “Mi Servirebbe Sapere”. E’ invece la seconda volta che Morini dirige Ermal Meta e la terza che lavora con lui a Sanremo: nel 2006 Ermal era chitarrista del gruppo “Ameba4”, che partecipò nei giovani (Morini direttore tecnico), e nel 2010 era il leader del gruppo“La fame di Camilla” (Morini direttore d’orchestra).

Con le sue 26 edizioni consecutive (a cui vanno aggiunte 7 edizioni di Sanremo Giovani), Massimo Morini batte ogni record di presenze al Festival di Sanremo. Nessun artista - compresi direttori d’orchestra, conduttori e ospiti - può vantare altrettante partecipazioni. Morini ha diretto l’orchestra a Sanremo in 11 edizioni per 17 canzoni. Spesso protagonista sul palco dell’Ariston di piccole gag a sorpresa pre-direzione a sfondo benefico, che sicuramente ripeterà anche nel corso di questa edizione del Festival, Morini come direttore d’orchestra ha ottenuto anche 3 secondi posti (tra cui Povia nel 2009) e un terzo posto.

Come tecnico, dal 1991 ad oggi, arriva a quota 158 canzoni, per un totale di 6 vittorie. Al suo debutto alla direzione d’orchestra, nel 1995 con la cantante Mara, stabilì al tempo il record come più giovane della storia del Festival, dirigendo la grande orchestra ritmico-sinfonica della RAI a soli 27 anni, record rimasto imbattuto fino al 2009. La squadra dei collaboratori di Morini per questo Festival è composta da altre tre liguri: Nino Cancilla (bassista, organizzatore e Presidente dei Buio Pesto) preposto alla logistica, Matteo Bazzano (musicista ed arrangiatore genovese, primo sax alto, solista, insegnante di sax e responsabile della scuola di musica della Filarmonica Sestrese) realizzatore delle partiture musicali per l’orchestra, e Simone Carbone (direttore tecnico dei Buio Pesto, docente di basso elettrico e musica d’insieme in più scuole musicali, fonico e produttore di moltissimi artisti blues internazionali) direttore tecnico per Ermal Meta. Matteo Bazzano (arrangiatore dell’Inno dei Buio Pesto) e Simone Carbone (da due anni tecnico del suono sia in studio che nei concerti per i Buio Pesto), sono al loro debutto al Festival di Sanremo.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore