/ EVENTI

Spazio Annunci della tua città

Coldelite 3002 RTX, 12 pozzetti, attrezzature Officine bano, Frigoriferi ISA BT e TN da 700 lt, Montapanna Carpegiani...

fotografica Praktica MTL 5B modello molto vecchio con flash più obbiettivo supplementare e relativa borsa privato...

monolocale ristrutturato nuovo piano terra senza balcone 3 posti letto 350 m dal mare comodo su tutti i servizi 399...

Abito da sposa tessuto originale ARMANI, modello ARMANI, realizzato da Vogue Sposa di Luciana De Stefano. Tessuto seta...

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | martedì 05 gennaio 2016, 09:30

Imperia: il gruppo P.E.N.E.L.O.P.E. presenta lo spettacolo teatral-musicale “No mobbing no cry"”

Come affrontare una pratica così pericolosa e, purtroppo, così diffusa anche nel nostro territorio? Come conoscerla in modo corretto e perfino divertente?

Il mobbing è la persecuzione subdola ed implacabile, che in Italia viene rivolta verso circa un milione e mezzo di lavoratori, colpendo di preferenza le donne; una strategia di violenza sistematica, che scava nell’ autostima personale, trasformando il posto di lavoro in un inferno e il lavoro in un incubo.

Come affrontare una pratica così pericolosa e, purtroppo, così diffusa anche nel nostro territorio? Come conoscerla in modo corretto e perfino divertente?

Potrete scoprirlo sabato 9 gennaio 2016, alle ore 20.45, presso la Sala Convegni della Biblioteca Civica L. Lagorio di Imperia (g.c. dal Comune), assistendo allo spettacolo teatral-musicale “NO MOBBING NO CRY” realizzato dall’Associazione P.E.N.E.L.O.P.E. – Donne del Ponente per le Pari Opportunità, in collaborazione con l’A.I.FO.

Si tratta di una performance semiseria composta da interpretazioni delle attrici di P.E.N.E.L.O.P.E., arricchita da brani musicali a cura del Maestro Gianni Martini e delle cantanti Beatrice Orrigo e Marisa Fagnani. Gli psicologi Dott. Carlo Trecarichi Scavuzzo (Psicologo, Sessuologo, Psicoterapeuta) e Dott.ssa Noemi Angelini (Psicologa del Lavoro e delle Organizzazioni), con brevi interventi tracceranno un percorso di conoscenza e gestione di questo preoccupante problema sociale.

“Mobbing: se lo riconosci, non ti uccide”.


 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore