/ EVENTI

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | venerdì 19 febbraio 2016, 07:51

Imperia: grande successo per il Carnevale organizzato per i bimbi della scuola 'Littardi' di piazza Roma

I bimbi hanno voglia di giocare, indossare le mascherine, divertirsi in compagnia, non stanno più nella pelle… e allora? Si è colta l’occasione di un incontro del progetto continuità tra i piccoli della scuola dell’Infanzia e i bambini delle elementari per fare un po’ di festa insieme.

Anche quest’anno, presso la Scuola dell’Infanzia e Primaria “T. Littardi” di Piazza Roma ad Imperia, nella settimana precedente allo stop didattico si è festeggiato il Carnevale.

I bimbi hanno voglia di giocare, indossare le mascherine, divertirsi in compagnia, non stanno più nella pelle… e allora? Si è colta l’occasione di un incontro del progetto continuità tra i piccoli della scuola dell’Infanzia e i bambini delle elementari per fare un po’ di festa insieme. Il tutto è stato allietato dalla partecipazione dei ”due clown di passaggio”, ovvero Fortunello e Marbella, due professionisti che hanno amabilmente coinvolto tutti i nostri alunni, senza distinzioni, per un momento di condivisione e di crescita collettiva.

“Nelle nostre classi multiculturali la presenza di bambini stranieri, lungi dall’essere un “freno” per l’apprendimento degli italiani, rappresenta una risorsa e un importante spunto per attività didattiche e di socializzazione, sia durante le attività curricolari, sia durante le attività progettuali svolte nel corso dell’anno (sport, francese, educazione alimentare, ecc…)” sostengono le insegnanti. E i genitori, cosa pensano? “È una scuola ricca di iniziative rivolte ad integrare tutti i bambini e a stimolare partecipazione ed entusiasmo per le attività proposte – dice la Sig.ra Marzia – sono soddisfatta e mi sento di consigliarla ad altri genitori. Mio figlio va a scuola molto volentieri perché è stimolato ad apprendere e a confrontarsi col mondo che lo circonda in tutte le sue sfaccettature. Ama la musica, la matematica e apprezza moltissimo l'ora di religione a cui non vuole mai mancare il venerdì”.

“Non posso che esserne contenta anche perché in quelle stesse mura sono stata a scuola anch'io" conclude la Sig.ra Sara.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore