• Serie D, Ris. finale

    1 Savona

    79' Damiani

    0 Lavagnese

  • Serie D, Ris. finale

    1 Sanremese

    63' Gagliardi

    2 Finale

    6' Capra, 59' Roda
  • Serie D, Ris. finale

    0 Ghivizzano

    2 Argentina

    4' Compagno, 87' Lo Bosco
  • Promozione, Ris. finale

    1 Pallare

    12' Saviozzi

    1 Ceriale

    74' Conforti
  • Prima Categoria, Ris. Finale

    2 Altarese

    32' Rovere, 53' Brahi

    3 Pontelungo

    11' Tomao, 74' Badoino, 86 Tomao
 / EVENTI

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | lunedì 01 febbraio 2016, 09:29

Imperia: al Teatro Lo spazio vuoto va in scena "Il ritratto della salute", di Mattia Fabris e Chiara Stoppa

"Una tragica esperienza personale in un monologo che, con una comicità disarmante, ci infligge una profonda e sobria commozione. Questa ragazza coraggiosa è un autore di teatro” - Franca Valeri

Venerdì 5 febbraio alle ore 21.15, all'interno della sesta stagione di Teatro e Musica dal titolo "Sats", al teatro "Lo spazio Vuoto" di Imperia, è la volta di "Il ritratto della salute", di Mattia Fabris e Chiara Stoppa.

Un giorno Chiara è venuta a trovarmi. Si è seduta sul mio letto e mi ha recitato il suo 'ritratto della salute'. Una tragica esperienza personale in un monologo che, con una comicità disarmante, ci infligge una profonda e sobria commozione. Questa ragazza coraggiosa è un autore di teatro” - Franca Valeri

 

Chissà com’è essere malati? Malati di tumore? Un giorno me lo chiesi. E poi...

Quando i medici mi dissero che avevo pochi mesi di vita, iniziai a pensare a cosa dire ai miei amici, alle persone a me care, per un degno saluto. Poi decisi che era meglio alzarsi dal letto, era meglio stare meglio, era meglio vivere no?

E... ad ogni modo, ora, dopo molto più che pochi mesi, sono qui. In piedi, con una storia da raccontare. Come un viaggio in una terra lontana. Un viaggio dal quale a volte si torna indietro. Almeno per me è stato così e, come scrive Carver in una sua poesia: “...e che te ne sono grata, capisci? E te lo volevo dire.”

 

Files:
 Il ritratto della salute (79 kB)

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore