/ EVENTI

Affari & Annunci

qualificato con esperienza trentennale, cerca lavoro fisso o per extra in provincia di Imperia, disponibilità immediata. Prezzi modici.

Vendesi Autocarro IVECO 109-14 con gru. Anno 1990 - 53.000 Km. Collaudato Prezzo trattabile

VENDESI GENERATORE 18 KW DIESEL. 380V/220V

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | sabato 26 marzo 2016, 15:54

Grande successo per la Passione di Cristo da Coldirodi ad Airole, ‘Gesù’ ha ringraziato Don Pasquale

Un coinvolgimento che ha toccato anche lo stesso sacerdote visibilmente commosso. (Nella gallery tutte le foto della sacra rappresentazione)

Dopo la dichiarazione di trasferimento di Don Pasquale Traetta ad Airole che aveva suscitato la protesta degli abitanti di Coldirodi l’ingresso nella nuova parrocchia era stato accolto dai fedeli di entrambi i paesi siglando una sorta di gemellaggio sotto la promessa di Don Pasquale di realizzare tutti insieme ‘La Passione di Cristo’ proprio nella nuova e altrettanto suggestiva location.

E così è stato. Oltre 500 gli spettatori venuti ad assistere ad Airole alla sacra rappresentazione realizzata da 150, personaggi e figuranti, tra i fedeli di Coldirodi, Airole, Trucco e Olivetta San Michele che contava l’esibizione anche del Sindaco Adriano Biancheri nel ruolo di sacerdote. Tutti si sono prodigati con impegno anche nella realizzazione del ‘set’, una dedizione che ha sopperito al poco tempo a disposizione e il risultato è stato davvero coinvolgente.

Un coinvolgimento che ha toccato anche lo stesso Don Pasquale visibilmente commosso soprattutto dopo che l’attore che impersonava Gesù ha letto una lettera di ringraziamento da parte di tutti. Un grazie per quanto fatto dal sacerdote nella precedente parrocchia ma anche per aver permesso questo nuovo grande legame tra due comunità situate così distanti. “Siamo felicissimi – ha commentato il Sindaco di Airole Fausto Molinari – di aver ospitato nel nostro paese una rappresentazione così suggestiva. Come prima volta l’esito è stato oltremodo soddisfacente e la riuscita nelle tempistiche ristrette è stato frutto di una grande collaborazione che ha interessato tutti. Siamo grati ai collantini, alla Pro Loco di Airole ma soprattutto a Don Pasquale”.

Lorenzo Ballestra

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore