/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | domenica 24 gennaio 2016, 07:11

#Festival2016: Veronica Maya la madrina, un torneo di calcio a 3 sulla terrazza e tante novità per 'Casa Sanremo'

Vincenzo Russolillo: Anche quest’anno siamo riusciti a cambiare molte cose e ad aggiungerne di nuove. Siamo certi di poter, anche quest’anno, essere un punto d’appoggio importante per chi vive e lavora attorno al Festival”. Confermata la partnership con Sanremonews

E’ stata presentata venerdì scorso l’edizione 2016 di ‘Casa Sanremo’, l’appuntamento ormai classico legato al Festival della Canzone, organizzato dalla Gruppo Eventi di Vincenzo Russolillo e da Mauro Marino, come sempre al Palafiori di corso Garibaldi, nella città dei fiori.

Sarà Veronica Maya la madrina di quest’anno e l’edizione 2016 sarà ricca di novità, oltre ai classici appuntamenti che verranno proposti da mattina a notte fonda. Una di questa sarà sicuramente un campetto da calcio sulla terrazza del primo piano al Palafiori, dove verrà organizzato un torneo di calcetto ‘3 contro 3’ (il ‘Torneo dei Fiori’), il cui ricavato verrà devoluto in beneficienza.

Tra i luoghi da ‘vivere’ all’interno di Casa Sanremo il ‘Roof’: un luogo riservato lontano dai riflettori della kermesse canora. Il padrone di casa, l’ecogastronomo Fofò Ferriere, accompagna gli ospiti in una vera e propria esperienza di gusto. Dall’8 al 13 febbraio, a pranzo e a cena, gli chef di ‘Dispensa Italiana’, provenienti da tutte le regioni d’Italia, saranno pronti a deliziare i palati degli ospiti più esigenti. La selezione degli ingredienti e la loro valorizzazione, sono infatti una delle caratteristiche della cucina di Casa Sanremo.

Ci sarà anche il ‘Lounge’: rappresenta il luogo più ‘blindato’ della Casa (vi si accede solo con pass). Un’area di 850 mq che racchiude in sé diverse anime: ospita gli studi di Radio 105 e Radio Montecarlo, il palco per gli show case, un’american bar, l’area benessere, make up e hair style e durante la notte accoglie le performance dei migliori DJ italiani. Ma anche l’American Bar: dalla prima colazione fino al notte fonda, si propongono diverse soluzioni per rendere speciale ogni momento. Deliziosi cocktail, vini pregiati, bibite e liquori nazionali ed internazionali sono serviti da uno staff di barman professionisti. E la zona ‘Benessere’: una SPA a cinque stelle, un rifugio dove estraniarsi dal contesto nevrotico del Festival e ricaricare le proprie energie. Un’ampia grotta di sale in cui si pratica l’haloterapia, una sauna ed un’area per trattamenti specifici (massaggio cervicale, riflessologia plantare). Personale professionale, operante nei migliori centri benessere d’Italia, è a disposizione 24 ore su 24. Trattamenti e massaggi possono essere effettuati, su richiesta, presso gli hotel. E’ consigliata la prenotazione.

Un team di ‘Make up artist’ dei brand più famosi è a completa disposizione per sedute di trucco personalizzate. Una consulenza su misura con un focus sulle ultime novità e tendenze del make up. Al termine della seduta un omaggio esclusivo è riservato agli artisti e agli accompagnatori. E’ possibile richiedere il servizio a domicilio presso gli hotel di riferimento. Ma anche ‘Hair Style’: ogni giorno un staff di professionisti si prenderà cura del look, proponendo le nuove tendenze o semplicemente soddisfando le richieste più esigenti. L’utilizzo di prodotti di aziende leader di settore unitamente all’esperienza degli operatori ne faranno un’esperienza unica. Il servizio è disponibile tutti I giorni, dalle 10 alle 20 ininterrottamente. Un servizio di noleggio auto con driver a cura di Fiat è messo a disposizione da Casa Sanremo. Qualunque destinazione da e per la cittadina ligure.

Il ‘patron’ di ‘Casa Sanremo’, Vincenzo Russolillo, è al lavoro dal giorno dopo il termine del Festival dello scorso anno: “E’ sempre un impegno durissimo, ma che ogni anno riusciamo a rinnovare e migliorare con grande impegno e volitività, da parte mia e di tutto il mio staff. Anche quest’anno siamo riusciti a cambiare molte cose e ad aggiungerne di nuove. Siamo certi di poter, anche quest’anno, essere un punto d’appoggio importante per chi vive e lavora attorno al Festival”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore