/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

Accadeva un anno fa

EVENTI | sabato 06 febbraio 2016, 12:09

#Festival2016: il Sindaco Alberto Biancheri presenta la settimana più importante dell'anno per Sanremo

Intervista al primo cittadino che ci parla del suo secondo Festival, della serenità sulla sicurezza, dell'inchiesta sui 'furbetti' e sul futuro della convenzione. Attenzione: annunciata una sorpresa per i bouquet di fiori.

Inizia martedì prossimo, anche se lunedì ci sarà già la prima conferenza stampa all’Ariston Roof, la 66a edizione del Festival di Sanremo. Torna Carlo Conti sul palco dell’Ariston, accompagnato dallo sfortunato Gabriel Garko, con Virginia Raffaele e Madalina Ghenea ma, a livello locale come si affronta la settimana più importante dell’anno? Non potevamo che chiederlo al primo cittadino, Alberto Biancheri, sempre in prima linea insieme alla sua Amministrazione e pronto ad affrontare il suo secondo Festival da Sindaco.

Cosa cambia dal primo al secondo Festival? “Siamo partiti da un primo eccezionale ed oggi ci ritroviamo già al secondo, arrivando da un livello molto alto e pensando ovviamente a quanto fatto l’anno scorso. La sfida di Conti e della città è molto importante. Mi aspetto, al di là della trasmissione e degli ascolti, una settimana fondamentale per la città e per la promozione delle nostre eccellenze, perché la vetrina è importante per i cantanti ma anche sul piano turistico. Su questo lavoriamo con la Rai ed abbiamo già avuto un incontro con l’Assessore Cassini ed i vertici della tv di Stato, per fare una serie di riprese lunedì, da trasmettere durante le serate e promuovere in questo modo la città. Stiamo anche lavorando ai bouquet di fiori, con alcune sorprese, che vedrete sul palco dell’Ariston. Sono felice per il coinvolgimento che ci ha garantito la città: avremo 400 vetrine di altrettanti negozi, grazie all’impegno profuso dell’Assessore Asseretto e ce la stiamo mettendo tutta. Cosa cambia dal primo Festival? Quello dell’anno scorso è stato fatto al ‘buio’ mentre per questo siamo più preparati, ma c’è sempre la ‘prova’ dell’anno prima da superare. Non sarà facile”.

Arriviamo al Festival in un momento difficile a livello mondiale e, pensando a quanto accaduto il 13 novembre a Parigi, abbiamo vissuto mesi difficile, con timori per la sicurezza della manifestazione: “Da Sindaco devo fare un grande ringraziamento a tutti: alla Prefettura al Questore, alle forze dell’ordine ed alla Polizia Municipale, per la massima attenzione messa in questi mesi di preparazione. Abbiamo verificato tutte le telecamere, come avevamo promesso, e confermo che sono funzionanti in tutte le zone strategiche della città. Avremo una Sanremo presidiata con attenzione e tutto quanto era previsto dal protocollo è stato rispettato, sono certo che è stato fatto quanto necessario. Cero, un po’ di tensione c’è, ma sono piuttosto sereno per la settimana. C’è molta più attenzione degli anni scorsi ma sono tranquillo”.

Sanremo arriva al Festival 2016, sull’onda dell’inchiesta dei ‘furbetti del cartellino’ e c’è ovviamente la possibilità che, durante la settimana, i giornalisti che arrivano da fuori città, tornino sull’argomento (ancora ‘fresco’ di 3 licenziamenti ieri): “Mi auguro che si parli solo di Festival, almeno all’Ariston visto che è un evento importantissimo a livello mondiale. L’attenzione deve essere concentrata su questo. Poi fuori dall’Ariston mi aspetto che l’attenzione possa spostarsi anche sull’inchiesta, ma mi auguro che, soprattutto durante le conferenze stampa, si parli solo di Festival”. Ci saranno anche i comici che, dal palco dell’Ariston potranno lanciare qualche ‘frecciata’: “Sicuramente, ma mi auguro però che ci siano battute meno scontate. Come città di Sanremo abbiamo affrontato questo discorso con decisione. La fotografia che è stata fatta su Sanremo non è reale, perché ci sono moltissimi altri enti comunali e statali con lo stesso problema. Noi non abbiamo nulla di cui vergognarci, ma su Sanremo è stata portata un’attenzione mai centrata su altri enti del genere. Questa è stata un ingiustitizia anche se, come si suol dire… ‘Sanremo è Sanremo’. Spero che questo Festival non porti nuovamente l’attenzione sui lati negativi della città ma quelli positivi”.

Mancano ormai poche ora alla ‘diretta’, ha nuovamente parlato con i protagonisti? “Si sono andato all’Ariston ed ho parlato con Gabriel Garko. Gli ho stretto la mano e l’ho incoraggiato, dopo la tragedia di lunedì scorso che ha colpito lui, tutta la città e lo staff del Festival. Mi sento o mi vedo quotidianamente con Carlo Conti ed oggi vedrò anche il Direttore Leone”. State già parlando di futura convenzione ed altro? “Sulle questioni importanti stiamo lavorando con grande attenzione. Sicuramente la convenzione si chiuderà con Conti direttore artistico, visto che scadrà nel 2017. Al momento abbiamo avuto solo un accenno di rinnovo della convenzione”. E Sanremo Giovani? “Ne ho parlato nei giorni scorsi ed è un tema sul quale vorrò parlare con la Rai subito dopo il Festival. Sarà il primo punto di discussione”.

Le lasciamo l’ultimo spazio per parlare ai suoi concittadini, per introdurre il Festival: “E’ un momento importante a livello locale a 360 gradi, per tutte le attività. Ma è anche un momento ‘leggero’ e godiamocelo, lavorando affinchè Sanremo sia vissuta come è veramente”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore