/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | mercoledì 10 febbraio 2016, 07:21

Cervo: domani pomeriggio all'Oratorio di Santa Caterina l'incontro con la scrittrice Dacia Maraini

Sarà intervistata dalla prof.ssa Francesca Rotta Gentile. L’interpretazione delle letture è stata affidata all’attrice Livia Carli de “Lo Spazio Vuoto” e gli intermezzi musicali al pianista e compositore Diego Genta.

“Mamma, raccontami una storia” dice un bambino di due anni, e la letteratura comincia da quel momento. Questa è una delle frasi più significative tratte dall’ultimo romanzo La bambina e il sognatore,ed. Rizzoli di Dacia Maraini.

La scrittrice sarà presente domani pomeriggio alle 17.30 a Cervo, presso l’Oratorio romanico di Santa Caterina, dove sarà intervistata dalla prof.ssa Francesca Rotta Gentile. L’interpretazione delle letture è stata affidata all’attrice Livia Carli de “Lo Spazio Vuoto” e gli intermezzi musicali al pianista e compositore Diego Genta. L’iniziativa è promossa dall’ associazione “Cumpagnia du Servu”, presidente Lina Cha, con il patrocinio del Comune di Cervo, delega alla cultura Annina Elena.

Domani pomeriggio a Cervo ci sarà la straordinaria opportunità di conoscere ed ascoltare una delle voci  più importanti del panorama letterario italiano. Dacia Maraini, la scrittrice italiana più letta nel mondo, autrice di romanzi, racconti, opere teatrali, narrazioni, autobiografie e saggi, editi da Rizzoli e tradotti in venti Paesi. Nel 1990 ha vinto  il Premio Campiello con la lunga vita di Marianna Ucria e nel 1999 il Premio Strega con Buio e nel  2014 è stata candidata al Premio Nobel per la letteratura. Dacia Maraini parlerà del suo ultimo romanzo La bambina e il sognatore ma anche della sua vita, segnata da incontri come quello con il compagno  Alberto Moravia ,autore di opere quali  Gli indifferenti, Agostino, Inverno Malato, Ciociara e l’uomo come fine; incontri con Pier Paolo Pasolini, con la cantante Maria Callas, con il poeta Dario Bellezza, con Bernardo Bertolucci e con Tomasi di Lampedusa, autore del “Gattopardo”.

Ci si soffermerà a riflettere su alcune esperienze molto dolorose della scrittrice  come i due anni trascorsi in un campo di concentramento in Giappone e sulle tematiche presenti nell’ultimo romanzo: il sogno, il rapporto del maestro Nani Sapienza con i suoi alunni, la tecnica della maieutica, l’attualità con la terribile pratica della scomparsa dei bambini. La Maraini ha inoltre un’importante esperienza teatrale: nel 1967 con  Moravia ha fondato a Roma la Compagnia del Porcospino; uno dei suoi primi testi è “Recitare”. Amica di Carmelo Bene, ha fondato diverse compagnie: nel 1968 la Compagnia Blu, la Cooperativa Teatroggi e nel 1973 La Maddalena, tutte  nella periferia romana di Centocelle. Ha scritto più di sessanta testi teatrali, commedie di grande successo nazionale e internazionale; la commedia forse più riuscita è Maria Stuarda

Al termine dell’ incontro Dacia Maraini si intratterrà con il pubblico e potrà autografare i libri. La mattina seguente alle 10, Dacia Maraini incontrerà circa 400 studenti del Liceo Cassini di Sanremo presso il Teatro del Casinò di Sanremo.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Link Utili|Scrivi al Direttore